Pizzeria Betra Salerno

Menichini: “Non per scelta nostra ci siamo abbassati, contento per i ragazzi”

"Milan mi chiedeva il cambio ma io facevo finta di non vedere. Il passaggio dei Playout è ancora tutto da giocare, probabilità 50% e 50%"

Francesco Saggese

“Non è stata una scelta nostra abbassare il baricentro, e nel secondo tempo abbiamo cercato sempre di pressarli, ma è chiaro che ci hanno costretto ad abbassarci, e direi che l’errore più grande è stato il terzo gol mancato perché ad oggi avremmo ipotecato il risultato con una percentuale importante, e questo ci lascia un po’ di amaro in bocca a tutti noi anche se per mia fortuna, sono sempre stato abituato a guardare il bicchiere mezzo pieno”. Così il tecnico granata Leonardo Menichini, al suo secondo match sulla panchina granata.

“Ci sono state molte persone che da tempo non giocavano e Milan Djuric in tutto questo era stremato, mi chiedeva il cambio, ma io mi giravo dall’altra parte per far finta di non vedere, e poi c’è da calcolare la forza dell’avversario, perché lo sappiamo bene che questa è una partita trappola, che non c’era da fidarsi, infatti il Venezia come abbiamo visto era tutt’altro che in vacanza, e se non fossimo entrarti in campo agguerriti, potevamo passare guai seri”.

“Il passaggio è tutto da giocare, e adesso abbiamo il 50% prima e adesso, però la cosa che ci tengo a sottolineare che questi ragazzi hanno avuto la determinazione, e cercano di migliorare sempre”.

Sui cambi: ”Djavan da dopo Pescara si era fatto male ed è entrato nel gruppo da poco tempo, lo stesso Akpa, mentre Calaiò ha dato il suo contributo. Poi c’è anche da dire che durante un’azione, Odjer è stato atterrato senza palla, però potevamo essere più precisi”.

“I ragazzi venivano da un momento molto difficile e ringrazio per prima la gente che ha dato a questa squadra una dimostrazione di affetto unica, e i ragazzi ne avevano bisogno, cercando di ripagare tutto con una vittoria”.

“C’è rammarico per questo gol subito, ma tutti contenti della prestazione e i ragazzi hanno lavorato tanto per ottenere una vittoria, io mi ritengo soddisfatto”.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.