Pizzeria Betra Salerno

Come splende Sandro Tonali

Focus sul centrocampista seguito dalle big e che Mancini ha già convocato in Nazionale

Carmine Raiola

4EF1556B-1838-479B-924D-DCFBF407BEDD
È uno dei giocatori più promettenti dell’intero panorama italiano, parliamo di Sandro Tonali. Da sempre il Brescia è stata fucina di talenti, un esempio sono stati Baggio, Guardiola, Pirlo o Toni ed il diciottenne centrocampista ha tutte le carte in regola per essere il prossimo di questa lunga lista. In questa stagione il mediano lombardo ha giocato 29 partite, il 92% dei minuti disputati dalle rondinelle, e nel 94% dei casi è stato schierato titolare.

Spesso schierato al fianco di Ndoj e Dimitri Bisoli, Tonali ha mandato nel corso di questo campionato in rete i suoi compagni in sette occasioni mentre tre sono stati i suoi gol arrivati contro Verona, Spezia e Venezia. Il primo gol con la maglia del Brescia del mediano che assomiglia a Pirlo ma che si ispira a Gattuso, è stato proprio contro la Salernitana nel 4-2 del 28 aprile dello scorso anno in favore dei granata. In quell’occasione, Tonali con un gran tiro dal limite dell’aria riuscì a battere Radunovic e portare i bresciani in momentanea parità. Nel novembre del 2018, Roberto Mancini lo ha convocato per la prima volta in nazionale maggiore con la quale però non ha esordito. Il numero 4 del Brescia è costantemente accostato alle big del calcio italiano come Milan, Inter, Roma e Juve.

Nella Salernitana da un po’ di anni manca un giocatore “alla Tonali” ovvero capace di unire qualità e quantità. L’ultimo è stato molto probabilmente Davide Carrus nella stagione 2010/2011 le cui prestazioni si rivelarono fondamentali per portare i granata ad un passo dalla B. Altro giocatore che può essere accostato a al centrocampista bresciano è Antonino Cardinale che giocò nei granata nella stagione 1999/2000 anche se per soli sei mesi.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.