Pizzeria Betra Salerno

Salernitana: niente calcoli e tanto cuore

Per la gara col Crotone ai granata di Menichini serviranno grinta e determinazione. E il sostegno dell'Arechi...

Nicola Roberto

All’ora di pranzo, o quasi, la Salernitana si gioca una bella fetta di salvezza. C’è il Crotone all’Arechi ed i granata devono fare l’impresa: la squadra di Juric è una sorta di rullo compressore in trasferta, dove non perde dalla fine di ottobre, ha un attacco che non ha certo problemi a fare gol e l’entusiasmo di chi sta vivendo un sogno che si sta trasformando sempre più in qualcosa di concreto. La squadra di Menichini, di contro, non vive un momento felice. E’ reduce dalla pesante sconfitta di Terni, ha subito la contestazione dei tifosi ed è in una situazione di classifica preoccupante. Serve, però, una reazione e proprio la sfida, sulla carta dal pronostico chiuso, contro il Crotone potrebbe rappresentare l’occasione propizia. In casa, del resto, la Salernitana ha battuto il Brescia ed imposto il pari al Pescara disputando due gare di sostanza e carattere. Oggi si dovrà fare ancora di più perchè il Crotone arriverà all’Arechi affamato e determinato a portar via l’intera posta in palio. Al di là delle mosse tattiche dei due allenatori, oggi sarà decisiva proprio la componente caratteriale. Oggi più che mai conterà, infatti, la voglia di vincere. La Salernitana dovrà dimostrare di averne più del Crotone perchè è questo lo spirito con cui si potrà centrare l’impresa di conquistare la salvezza. Non a caso, alla vigilia della gara Menichini ha battuto molto su questo tasto ed anche i tifosi chiedono di poter vedere in campo una squadra coriacea, che lotti fino alla fine, che sia pronta a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Finora, la Salernitana è mancata proprio dal punto di vista psicologico: poche volte i granata hanno avuto l’atteggiamento giusto perchè, dove non si arriva con la tecnica o con le gambe, bisogna arrivarci con la voglia. “Noi vogliamo gente che lotta”, il coro della Sud è l’auspicio di tutti i tifosi granata. Oggi, nonostante tutto, ce ne saranno ancora una volta tanti allo stadio per sostenere i granata. Il tifo, la passione, l’amore della gente sono un patrimonio inestimabile che società e squadra hanno il dovere di conservare al pari della categoria. Oggi sarà una partita decisiva per capire se la Salernitana abbia assorbito la batosta di Terni e compreso per davvero quello che Salerno le chiede. Non sempre sono i risultati l’unico metro di giudizio su cui si basano i tifosi. Tre promozioni in quattro anni sono un bel biglietto da visita, ma chi rappresenta i colori granata deve avere cuore ed anima. Sempre!

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.