Pizzeria Betra Salerno

Promozione, Salernum beffato: in finale play-off va la Giffonese

Sandrigo mvp dell'incontro

La Giffonese ribalta pronostico e confronto e stacca il biglietto per Santa Maria di Castellabate dove andrà a sfidare la locale compagine per la finale play-off del girone D del torneo regionale di Promozione. Beffa all’extra time per il Salernum Baronissi che aveva illuso con un grande primo tempo chiuso in vantaggio. Accade di tutto al “Figliolia”, gremito in ogni ordine di posto con tanto di coreografia iniziale con la scuola calcio locale, con i nerazzurri di Foglia (costretti al risultato pieno per passare il turno) subito pericolosi con Delle Donne che gira di poco a lato un traversone di Picariello. Al primo affondo, i locali trovano il vantaggio: il direttore di gara giudica irregolare l’intervento di Di Falco sulla rovesciata di Del Vecchio, assegnando la massima punizione agli uomini di Galderisi che realizzano con Minella. Rete che Iannone e compagni dedicano a Luca Citro, grande assente di giornata e costretto prossimamente all’intervento chirurgico al legamento crociato. La gara sembra mettersi sulla buona strada per i salernitani quando il fischietto nolano De Capua manda anzitempo negli spogliatoi Di Falco, ammonito per un duro intervento su De Crescenzo poi addirittura espulso per proteste. Nonostante l’inferiorità numerica la squadra di Foglia non si scoraggia, sorretta da un Sandrigo in versione monstre e con il decisivo contributo del neo entrato Mele. Il Salernum dal canto suo preme sull’acceleratore per chiudere i conti sfiorando il raddoppio con un tiro-cross di De Crescenzo deviato in due tempi da Marciano e due incursioni aeree di Panciulo che da azione d’angolo per poco non centra il bersaglio grosso. A salvare il risultato ci pensa poi Pisapia con un balzo felino per dire no alla botta a colpo sicuro di Delle Donne. Il raddoppio, così, si materializza al 41′ quando De Crescenzo offre sul piatto d’argento un cioccolatino a Minella che a tu per tu con Marciano non sbaglia. L’inerzia del match cambia a cavallo dell’intervallo quando lo specialista Castagno coglie tutti di sorpresa e trasforma un velenoso calcio piazzato. La ripresa vede i padroni di casa agire di rimessa con due ghiotte occasioni sprecate da Gallo prima che tarda la conclusione a rete e da Minella poi che alza sopra la traversa. E’ poi il turno di D’Andria per scaldare i guantoni di Marciano. La Giffonese non ci sta e si affida alle sortite di Sandrigo che chiude ogni varco in difesa e fa ripartire l’azione, non trovando però concretezza dei compagni in avanti. Ci prova così Sabatino da calcio piazzato ma l’ex di turno Pisapia non si fa sorprendere. La seconda svolta del match al 37′ quando De Crescenzo, già ammonito, entra in scivolata su Mele: per l’inflessibile De Capua l’intervento è passibile del secondo giallo, ripristinando così la parità numerica. Galvanizzato, il team di patron Vistocco perviene al pareggio al 41′ con Picariello che con un perentorio colpo di testa batte Pisapia, concretizzando al meglio il suggerimento di Sabatino. Si va così ai supplementari e dopo tre minuti la rimonta è completa: fulminea ripartenza sull’asse Di Vece-Picariello, Delle Donne riceve palla, s’incunea in area e fredda Pisapia. Micidiale il vice-capocannoniere del campionato che festeggia così i 37 goal in due con il compagno di reparto Picariello. Dopo qualche minuto di sospensione per infortunio del guardalinee, si riprende con il forcing del Salernum: Michele Basso spreca l’impossibile solo davanti a Marciano poi il direttore di gara ferma in dubbia posizione di fuorigioco Del Vecchio. Nel secondo extra time Delle Donne prova a chiudere i conti ma il suo piattone s’infrange sulla traversa, i tentativi di Del Vecchio, Paciello, D’Andria e Botta restano vani ed il proscenio è tutto per Sandrigo che con una poderosa cavalcata chiude le ostilità, facendo partire la festa nerazzurra che proseguirà in serata nella città del GFF. Saranno quindi i nerazzurri ad affrontare il Santa Maria Cilento nella finale gironale, il Salernum chiude la stagione agonistica con amarezza ma con la consapevolezza, passato questo momento, di aver scritto un’altra pagina importante della sua giovane storia calcistica, raggiungendo un prestigioso terzo posto con una squadra tra le più giovani della categoria.

TABELLINO
SALERNUM BARONISSI: Pisapia, Gaeta, Basso A., Panciulo, Gallo (18′ st Basso M.), D’Andria, Funicello, Iannone (8′ sts Botta), Del Vecchio, Minella (35′ st Paciello F.), De Crescenzo. A disposizione: Bassi, Cilento, Casalnuovo, Esposito. Allenatore: Galderisi
US GIFFONESE: Marciano, Ippolito, Di Vece, Sabatino, Sandrigo, Di Falco, Malangone, Castagno (29′ st Elia), Delle Donne, Picariello (5′ sts Camberlingo), Cataldo (16′ pt Mele). A disposizione: Sorgente, De Rosa, Costabile, Pepe. Allenatore: Foglia
ARBITRO: De Capua di Nola
RETI: 9′ pt rig., 41′ pt Minella (SB), 45′ pt Castagno, 41′ st Picariello, 3′ pts Delle Donne
NOTE: Giornata variabile. Ammoniti Sabatino, Delle Donne, Mele (GI), Iannone, Paciello F. (SB). Espulso al 13′ pt Di Falco (GI) per proteste e al 37′ st De Crescenzo (SB) per somma di ammonizioni. Spettatori 300 circa.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.