Elezioni Mimmo De Maio
No Signal Service

Salernitana, profumo di A. Empoli superato 2 a 0

Bogdan e Anderson piegano la capolista. Vince il Monza, tre punti a Pescara per la promozione

Alfonso Maria Tartarone

SALERNITANA – EMPOLI 2-0 (1-0)

SALERNITANA. Belec, Bogdan, Gyombér, Veseli (46’ Mantovani), Casasola, Coulibaly (79’ Schiavone), Di Tacchio, Capezzi, Jaroszynski (67’ Kupisz), Tutino (63’ Djuric), Gondo (79’ Anderson). A disp.: Adamonis, Sy, Schiavone, Cicerelli, Aya, Boultam, Kristoffersen, Durmisi. All.: Bocchini (Castori indisponibile)
EMPOLI. Brignoli, Fiamozzi (66’ Cambiaso), Casale, Viti, Terzic, Ricci (73’ Bajrami), Damiani, Bandinelli (56’ Zurkowski), Crociata (56’ Matos), Moreo, Mancuso (56’ Olivieri). A disp.: Furlan, Stulac, Romagnoli, La Mantia, Pirrello, Haas, Parisi. All.: Dionisi.
MARCATORI. 31’ Bogdan, 93’ Anderson.
ARBITRO. Fabbri di Ravenna.
NOTE. Ammoniti: Coulibaly, Belec, Bajrami; calci d’angolo: 2-8; minuti di recupero: 1’ pt e 5’ st.

Salernitana, profumo di A. Empoli superato 2 a 0. Bogdan e Anderson piegano la capolista. Vince il Monza, tre punti a Pescara per la promozione LA PARTITA. Lunga fase di studio. Nessuna delle due formazioni affonda il colpo. Al decimo giro di lancette, per, i toscani mancano per centimetri la rete del vantaggio. Traversone di Mancuso, testata di Moreo e deviazione sul palo di super Belec. Padroni di casa in attesa di trovare lo spiraglio giusto per attaccare il pacchetto arretrato guidato da Fiamozzi. Ventesimo: gli uomini di mister Dionisi ragionano in mezzo al campo, Di Tacchio e compagnia ancora con il freno a mano tirato. Il match potrebbe sbloccarsi grazie ad un palla inattiva. Gondo conquista un calcio d’angolo e nel cuore dell’area di rigore, in versione bomber, c’è Bogdan a piegare i guantoni di Brignoli. Granata avanti al trentunesimo. Sino al duplice fischio, campani bravi a contrastare la reazione degli avversari. Si riparte. Contropiede della Salernitana. Casasola per Tutino, tocco per l’accorrente Coulibaly che leggermente defilato spedisce sull’esterno della rete. Tocca al destro di Capezzi, centrale. Riparte l’Empoli e Crociata, dimenticato dal pacchetto arretrato campano, strozza la conclusione da favorevolissima posizione. Dionisi cambia. Dentro Zurkowski, Matos e Olivieri. Sessantesimo, l’ex Cosenza aziona il turbo: sfera alta sulla traversa. I ventidue contendenti non si risparmiano. Da una parte i granata per il raddoppio, dall’altra i toscani per il pari. Forze fresche per Bocchini. Djuric e Kupisz. Dieci più recupero al termine. Campani a difesa del proprio fortino, sino a quando il nuovo entrato Anderson chiude la contesta. Due a zero ed ora l’ultimo sforzo a Pescara.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.