Pizzeria Betra Salerno

L’Atletico Per Niente rinuncia all’iscrizione: “Un viaggio bellissimo”

Il sodalizio salernitano dice addio alla Promozione dopo la vittoria dei play-off

Una lettera commovente per dire grazie a tutti i protagonisti che da 10 anni hanno fatto parlare di se a Salerno prima e in tutta la Regione (e non solo) poi. L’Atletico Per Niente affida all’official page di Facebook il suo commiato, la sua rinuncia all’iscrizione in Promozione ma la storia resterà per sempre viva nei cuori e nella mente di chi l’ha vissuta dall’interno ma anche dall’esterno. Con una conclusione che lascia spiragli per un Arrivederci. Di seguito il testo integrale:

“Sono passati quasi 10 anni dalla sua fondazione e 7 campionati ufficiali disputati. Dopo il terzo posto del primo anno, tre anni di settore giovanile, un campionato vinto in Seconda Categoria, una semifinale e una finale play off perse in Prima Categoria e, per finire, una cavalcata avvincente che a Giugno l’ha vista trionfare su un campo polveroso della Provincia di Benevento, raggiungendo il punto più alto della sua storia conquistando il titolo di Promozione, l’AXN annuncia ufficialmente che non si iscriverà al prossimo campionato. Troppo oneroso per dei ragazzi che hanno portato avanti questo progetto, nato per gioco, senza l’aiuto di nessuno e che non hanno mai avuto la capacità di “elemosinare” o di promettere senza avere la sicurezza, poi, di poter mantenere. L’Atletico Per Niente credeva fosse possibile fare sport in una città dove lo sport, non solo il calcio, non è minimamente preso in considerazione, in cui vi è una spaventosa e preoccupante carenza di impianti sportivi e con un’amministrazione che è completamente disinteressata al problema. Un fantastico viaggio durato 7 anni, fatto di battaglie, amici, aneddoti, nottate in bianco e di passione e solo chi ne ha fatto parte può capire fino in fondo l’importanza della sua, seppur breve, storia. Probabilmente non è neanche giusto polemizzare, sottraendo spazio ai ringraziamenti, almeno quelli doverosi ai 3 allenatori, Mario Alfieri, Sasà Donadio ed Enzo Fusco e ai 3 capitani Daniele Tolve, Antonio Iannone e Valerio Savella. Tutti meriterebbero di essere nominati, dal primo all’ultimo, perché tutti hanno lasciato un segno e tutti hanno contribuito a creare questa grande famiglia. Probabilmente si ripartirà da dove tutto è nato, probabilmente no. Una cosa è certa, sarà fatto il possibile per non far mai spegnere il ricordo e cercare di mantenerlo sempre vivo, e come cantavano gli 883… “SE TORNERAI, MAGARI POI…” . È stato bellissimo, l’AXN!”

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.