Pizzeria Betra Salerno

Comincia il Torneo di Viareggio: è la settima volta nella storia per i granatini

Diciannove anni fa l'eliminazione ai quarti contro i ragazzi del Toro, il derby vinto contro il Napoli. I talenti di questa edizione: da Maldini a Eddie Salcedo

Carmine Raiola

novella

VIAREGGIO | Inizia oggi il Torneo di Viareggio per la Salernitana primavera. I granatini alle ore 15 sfideranno la Spal nella prima partita del girone 10, il quale comprende anche la Cina Under 19 ( squadra su cui c’è molta curiosità) e la Rappresentativa della Serie D.

I GRANATINI | Quella di quest’anno è la settima partecipazione della squadra di Via Salvador Allende alla “Coppa Carnevale” dopo quelle del 2000, 2001, 2002, 2003,2005 e 2018. Spesso la primavera granata è riuscita ad arrivare alla fase ad eliminazione diretta senza mai andare oltre i quarti di finale, analizziamo tutte le partecipazioni.
Nel 2000, i granatini furono inseriti nel girone 5 con Fiorentina, São Bento e Jomo Cosmos. La Salernitana chiuse a 6 punti dopo le vittorie contro i brasiliani ed i sudafricani (rispettivamente per 1-0 e 0-2) e la sconfitta contro i toscani per 1-0, negli ottavi i granatini vennero eliminati dall’Inter ai calci di rigore dopo l’uno ad uno dei tempi regolamentari. Nel 2001, invece, la primavera di mister Nicola Provenza venne sorteggiata nel girone 7 con Indipendente Santa Fe, UTA Arad ed Atalanta con cui chiuse ad ex aequo a sette punti dopo due vittorie ed un pareggio. Agli ottavi di finale ci fu il derby contro il Napoli che i granata superarono ai calci di rigore, ai quarti invece la Primavera fu sconfitta per 1-2 dal Torino dopo i tempi supplementari.
Nella “Coppa Carnevale” del 2002, i granatini chiusero al secondo posto nel girone numero 1 con Feyenoord, New York e Milan. La fase ad eliminazione diretta sembrò un déjà-vu, visto che proprio come nel 2000 l’ avversario negli ottavi fu l’Inter che eliminò i granata ai penalty dopo il pareggio dei tempi regolamentari e supplementari. Nel Viareggio del 2003, la Primavera di Raffaele Novelli non riuscì a superare il girone composto da Slavia Praga, Torino e New York United pur chiudendo in seconda posizione e conquistando 6 punti, fatale fu la sconfitta per 4-1 contro la squadra ceca che arrivò fino alla finale persa contro la Juve. Dopo aver saltato l’edizione del 2004, l’anno seguente ( 2005) i granatini tornarono alla Coppa Carnevale e furono sorteggiati con Lazio, Perugia ed i messicani del Necaxa nel girone 10 che la Primavera di mister Novelli vinse pur partendo in sordina a causa della sconfitta per 2-1 contro i pari età del Perugia. Negli ottavi di finale la Salernitana vinse contro la Roma per poi essere sconfitta ai quarti dalla Juve, vincitrice dell’edizione numero 57 del torneo. Dopo un’assenza di dodici anni, i granatini sono ritornati alla Coppa Carnevale lo scorso anno. Sorteggiati nel girone 3 con Inter, Parma ed APIA Leichhardt, la Primavera di Mariani sono stati eliminati alla fase a gironi dopo aver conquistato solo un punto in tre partite.

I CONVOCATI | Pochi giorni fa, mister Roberto Beni ha diramato le convocazioni per l’edizione numero 71 della Coppa Carnevale. Tra di loro spiccano, senza dubbio, capitan Pasquale De Sarlo, Mattia Novella, Alessandro Totaro ed il centrocampista Marino già aggregato in prima squadra in questa stagione. Ecco la lista completa dei 26 granatini:

PORTIERI: Leggiero, Russo;

DIFENSORI: Dell’Orfanello (classe ’00, in prestito dal Ghivizzano Borgo a Mozzano), De Foglio, Fucci, Galiano, Gambardella, Granata, Novella, Tozzi, Vitale;

CENTROCAMPISTI: Di Battista, Esposito, Iurato, Marino, Sette, Volpe;

ATTACCANTI: Bartolotta, Cannavale, De Sarlo, Iannone, Ramazzotti, Rossi L., Rossi T., Totaro.

 

I POSSIBILI TALENTI | Senza dubbio il Torneo di Viareggio è una delle vetrine più importanti per i giovani. Nella sua storia, la Coppa Carnevale è stata disputata da calciatori che nel corso degli anni si sono affermati a livelli alti, un esempio sono i vari Pirlo, Buffon, Gattuso, Nesta, Totti, Del Piero, Baggio ma anche Cavani, Pogba, Aubameyang, Lukaku e tanti altri talenti italiani e non. Quest’anno tra i possibili talenti c’è sicuramente Daniel Maldini, classe 2001, figlio di Paolo e nipote di Cesare che in questi ultimi tempi sta mostrando tutte le sue ottime qualità con la maglia del Milan. Occhio anche ad Eddie Salcedo e Facundo Colidio dell’Inter allenata da Andrea Madonna, per quanto riguarda la Fiorentina ( da sempre ottimo vivaio) il talento da osservare con molta attenzione è Tòfol Montiel ( miglior realizzatore dei viola ) mentre per l’Empoli, Arnel Jakupovic.

A98E681B-0E9C-4CCC-BA60-CC8253D12E0B

CE964562-3F1D-47FB-BFDB-0316A86B36B0

16370CB6-4D5A-4ECD-AFEA-B7C5062D076A

1BD91064-E719-431F-966F-CED1704D0426

D15FD19D-AB0A-4F8C-9FD8-143884161833

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.