Taste - Sapori Mediterranei
No Signal Service

Salernitana, pari in bianco con la Reggiana

Al 90'. I granata di Castori, al "Mapei Stadium - Città del Tricolore", sfiorano il colpaccio nella ripresa con un colpo di testa di Djuric

Alfonso Maria Tartarone

REGGIANA-SALERNITANA 0-0

REGGIANA. Venturi, Libutti, Martinelli (30’ Gyamfi), Ajeti, Kirwan (69’ Costa), Radrezza (82’ Espeche), Del Pinto, Varone, Laribi (82’ Pezzella), Siligardi (69’ Lunetta), Mazzocchi. A disp.: Voltolini, Rozzio, Zamparo, Muratore, Cambiaghi. All.: Alvini.
SALERNITANA. Adamonis, Aya, Gyombér, Veseli, Casasola, Coulibaly (84’ Kupisz), Di Tacchio (46’ Schiavone), Capezzi (66’ Kiyine), Jaroszynski (84’ Cicerelli), Tutino, Gondo (66’ Djuric). A disp.: Guerrieri, Sy, Boultam, Kristoffersen, Durmisi, Bogdan. All.: Castori.
ARBITRO. Sella di Torino
NOTE. Ammoniti: Di Tacchio, Del Pinto; calci d’angolo: 4-4; minuti di recupero: 1’ pt e 5’ st.

Salernitana, pari in bianco con la Reggiana. I granata, al “Mapei Stadium – Città del Tricolore”, sfiorano il colpaccio nella ripresa con un colpo di testa di Djuric LA PARTITA. Cinque giri di lancette e l’accoppiata Jaroszynski-Tutino, come già accaduto in quel di Ascoli, ci riprova. Questa volta, però, il bomber non colpisce. Match non particolarmente brillante e decisamente spigoloso. Tanto possesso palla e poco altro per i ventidue contendenti sul manto erboso di Reggio Emilia. L’undici di Castori sembra voler premere il piede sull’acceleratore, ma sul taccuino c’è davvero poco da segnalare. Anzi, al minuto ventotto, è la formazione di casa a tentare il colpo gobbo all’interno dell’area avversaria. Controllo di Siligardi e conclusione che non trova impreparato Adamonis. Nel finale rispondo i granata. Coulibaly e Casasola non centrano il bersaglio. Si riparte. Brivido lungo la schiena di Venturi. Destro piazzato a giro, ma fuori misura, da parte di Tutino. E’ la volta della compagine di Alvini. Mancino dell’ex Verona dalla lunga distanza, il portiere campano non si fa sorprendere. Pronte due sostituzioni per la Salernitana. Dentro la fantasia di Kiyine ed i centimetri di Djuric. Ed il bosniaco, proprio di testa, va ad un passo dalla marcatura. Mazzocchi, appostato sulla linea bianca di porta, evita il peggio. Nella parte conclusiva del match è il marocchino ad illuminarsi. L’estremo difensore avversario gli dice di no per ben due volte. Durante il recupero Tutino la butta dentro, ma c’è una spinta di troppo del centravanti ex Cesena. Triplice fischio di chiusura. Quattro punti in due trasferte per i granata.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.