Pizzeria Betra Salerno

Salernitana: ora conta solo vincere

Bollini prepara una squadra a trazione anteriore con un unico e preciso obiettivo: i tre punti

Enzo Sica

Esame di maturità contro lo Spezia per chiedersi: siamo da prima fascia o no? Ma questa Salernitana che ci ha abituati ad alti e bassi (soprattutto bassi in questo primo scorcio di campionato) tanto per non smentirsi le partenze da andamento lento. Come lo scorso anno. Quando non riusciva a trovare la quadratura del cerchio. Colpa di moduli? Colpa di calciatori? Non si è mai capito anche perché ci fu, poi, l’arrivo di Bollini al posto del dimissionario Sannino. E la musica cambiò perché la squadra riuscì finalmente a ritagliarsi un posto importante in cadetteria.
L’inizio della stagione, con quattro pareggi ed una sconfitta, ha fatto storcere il naso a tantissimi tifosi. La squadra con il modulo proposto da Bollini annaspa parecchio per cui solo una vittoria potrebbe ridare serenità all’ambiente. E contro lo Spezia, che in questa sesta giornata arriva all’Arechi, il massimo risultato è richiesto proprio per invertire la rotta. Lo sa bene Alberto Bollini che anche a costo di cambiar modulo vuol evitare guai peggiori e soprattutto puntellare la sua panchina. Che sembra a rischio in caso di insuccesso.
Dopo quattro gare il rientro di Rosina sembra scontato ma con il capitano in campo qualcosa dovrà pur cambiare. Tridente o due punte con una mezza punta alle spalle? Incognite ed interrogativi che si rincorrono perché tutti sanno bene che solo vincendo si potrà cancellare con un colpo di spugna quanto accaduto finora.
Lo Spezia non va sottovalutato. Gallo ha in mano una buona squadra che con sette punti (tre in più della Salernitana) ha già trovato la quadratura del cerchio. Dunque nessun abbassamento di tensione anche perché questa Salernitana, che avrà dalla sua parte il pubblico caldo e numeroso delle altre due gare interne, non potrà fallire l’occasione. Anche con un altro modulo se Bollini ritiene di cambiare il suo credo calcistico. Il tecnico è apparso sereno e convinto, in questa settimana, di dare un segnale forte e importante. Si fida di Bocalon in attacco così come di Rossi se giocherà. Ma aspetta, perché no, anche Alessandro Rosina un calciatore che ha bisogno di rilanciarsi e lo potrebbe fare anche in questa gara. Anche il recupero di Odjer sarà importante così come quello di Di Roberto, magari, sulla fascia.
Insomma una Salernitana a trazione anteriore con un unico e preciso obiettivo: la vittoria.
di Enzo Sica
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.