Assistenza computer salerno e provincia
Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, grigio 0 a 0 contro l’imbattuta Cremonese

Il match dello "Zini": i minuti di recupero regalano più emozioni dei restanti giri di lancette. Granata (oggi poco ispirati) al terzo risultato utile consecutivo prima della lunga sosta cadetta

Alfonso Maria Tartarone

CREMONESE-SALERNITANA 0-0

CREMONESE. Radunovic, Mogos, Claiton, Terranova, Renzetti (33′ st Migliore), Croce, Greco, Arini, Castrovilli (45′ st Kresic), Paulinho, Perrulli (26′ st Carretta). A disp.: Ravaglia, Volpe, Brighenti, Marconi, Castagnetti, Strefezza, Del Fabro, Emmers, Boultam. All.: Mandorlini.
SALERNITANA. Micai, Mantovani, Schiavi, Gigliotti, Casasola, Odjer (5′ st Akpa Akpro), Di Tacchio, Castiglia, Vitale, Jallow (42′ st Bocalon), Vuletich (22′ st Djuric). A disp.: Vannucchi, Pucino, D. Anderson, Bellomo, Palumbo, Migliorini, Orlando, Perticone, Mazzarani. All.: Colantuono.
ARBITRO. Guccini di Albano Laziale
NOTE.Spettatori 7.629 (767 provenienti da Salerno); espulso: 50′ st Schiavi; ammoniti: Odjer, Di Tacchio, Akpa Akpro; calci d’angolo: 10-2; minuti di recupero: 1′ pt e 4′ st

“Grigio” (non fosse altro per una prestazione non proprio incisiva) pareggio ad occhiali della Salernitana contro l’imbattuta Cremonese. I granata costruiscono palle gol con il classico contagocce, subiscono per un tempo l’aggressività dei padroni di casa ma portano a casa il terzo risultato utile consecutivo prima della lunga sosta cadetta. LA PARTITA. Tocca a Jallow animare la contesa. Trascorrono cinque giri di lancette, sponda di Vuletich e rovesciata del gambiano fuori misura. Da lodare, senza dubbio, il gesto tecnico. Centottanta secondi e Schiavi, dopo un azzardato retropassaggio di Vitale, tiene a bada l’incursione del rapace Paulinho evitando guai a Micai. I padroni di casa, con i granata che allentano la pressione, ci provano con maggiore convinzione al minuto diciannove. L’ex Parrulli (ispiratissimo) assiste e l’ex bomber del Sorrento manca di testa, per questione di centiemtri, il bersaglio grosso di testa. I ragazzi di Mandorlini non mollano la presa, il pacchetto arretrato campano tiene botta (nonostante qualche momento di apnea) ma è nella zona nevralgica del manto erboso il punto debole della Salernitana: Castiglia e compagnia non riescono ad azionare Jallow e Vuletich. Sul finire del tempo la mira non accompagna le conclusioni di Paulinho e Castrovilli. I granata restano ancora a guardare. Al via il secondo tempo. Campani volenterosi e lombardi ad un passo dal vantaggio. Con chi? Ma con il solito Paulinho: incornata aerea e risposta super del numero uno ex Bari. Giornata non indimenticabile per il centrocampo granata? Colantuono chiede qualità e quantità a Akpa Akpro, fuori Odjer. Squillo della Salernitana al giro di lancette quindici. Orrore difensivo grigiorosso e bordata dalla distanza di Castiglia: si allunga Radunovic per la provvidenziale deviazione in angolo. Contropiede perfetto di Jallow, finta del mediano francese e passaggio in ritardo per Casasola, pescato in posizione di fuorigioco. Cremonese con il freno a mano tirato, in campo Djuirc (sotto la doccia Vuletich) per tentare il colpaccio. L’ingresso dell’aitante centravanti, però, non sortisce l’effetto auspicato. Sono nuovamente i grigiorossi a macinare gioco. Pur con poca lucidità una volta entrati in area di rigore avversaria. Termina, con il dubbioso intervento di Kresic su Djuric, l’occasionissima sciupata da Carretta proprio allo scadere ed il rosso sventolato a Schiavi, senza vincitori né vinti la contesa dello Zini.

Assistenza computer salerno e provincia
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.