Pizzeria Betra Salerno

L’invisibile di primavera: alla ricerca di Andrè Anderson

Doppio volto del brasiliano "scomparso" dai radar di Gregucci: l'ultima apparizione risale al match contro il Venezia, zero minuti contro Spezia e Cittadella

Luca Viscido

Salernitana39

Da giocatore imprescindibile da gennaio a metà marzo, giocatore poco utilizzato da un mese a questa parte. Stiamo parlando di Andrè Anderson, il quale è letteralmente scomparso dai radar di Angelo Gregucci. L’ultima apparizione risale al match giocato contro il Venezia, la maglia da titolare gli manca addirittura dal match contro il Crotone.

Negli ultimi due match contro Spezia e Cittadella, non è proprio sceso in campo. Ma cosa è successo al fantasista brasiliano? Da quando il calciatore ex Santos è stato convocato con l’under 19 azzurra al ritorno a Salerno non è mai sembrato lo stesso giocatore ammirato nei primi due mesi dell’anno. Uno dei talenti più eccelsi che ha in rosa la Salernitana, che possa essere lui una delle prime pedine con cui costruire la Salernitana del futuro?

Nonostante la giovane età ha già mostrato grande personalità dimostrando di avere ottimi spunti al primo anno da professionista in serie B, in un campionato comunque “delicato” ed estenuante. Basti vedere le migliori partite disputate dal brasiliano, contro il Palermo (autore del goal del pareggio) e contro la Cremonese (assist illuminante per Jallow), due squadre con calciatori di livello superiore in organico. Dopo questi match il giovane brasiliano ha avuto un periodo di appannamento complice anche l’andamento altalenante della squadra, i continui impegni ravvicinati tra nazionale e club, non hanno permesso  al fantasista granata di esprimere al meglio le proprie qualità. A campionato quasi terminato, con qualche altro punto da conquistare per essere matematicamente salvi,  o’Artilheiro proverà a ritagliarsi altro spazio nel  finale di stagione ed essere riconfermato per la prossima stagione.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.