Pizzeria Betra Salerno

Granata, quante sofferenze a Livorno: nel ’48 quel 3-0 una batosta per la salvezza

Era il 13 maggio, la Salernitana di Viani si giocava la salvezza in serie A: poi il match si sbloccò con Lovagnini

Enzo Sica

sal : Livorno - Salernitana campionato serie B 2008-09 Nella foto tricarico Foto Tanopress
I PRECEDENTI | Sfida importante quella che è in programma sabato pomeriggio all’Armando Picchi di Livorno. Amaranto locali contro granata salernitani in un incontro che offre una doppia veduta. I padroni di casa, infatti, sono in piena zona play out e viaggiano con una scia positiva di risultati. Dall’altra parte una Salernitana in piena crisi di risultati e anche di gioco che si gioca gran parte del suo futuro (accesso ai play off) in una gara da dentro o fuori. Ed i precedenti non sono favorevoli ai granata di Gregucci. Labronici in vantaggio in 20 incontri disputati sul loro terreno. Hanno vinto 12 volte, hanno pareggiato in sette occasioni e una sola volta la Salernitana ha espugnato quel terreno. Era la stagione 1978-1979, serie C (parliamo di 41 anni fa) e le reti furono di D’Angelo ed una doppietta di Gabriellini. Da allora nessun altro acuto. Sabato pomeriggio sfida ardua tra due tecnici, Breda e Gregucci che si conoscono molto bene. Pesante, su tutte, la sconfitta avvenuta nel maggio del 48′.


IL MATCH| A cinque giornata dalla fine del campionato la Salernitana di Viani in lotta per la salvezza ma quel pomeriggio a Livorno fu maledetto. Le parate di Gino Merlo negarono più volte il vantaggio dei granata, nel secondo tempo la doccia fredda. La rete di Ermelindo Lovagnini sbloccò il match per la Pro Livorno, il raddoppio a meno di 10 minuti dalla fine con il difensore Armando Tre Re, che poi andò a giocare nella Capitale, la terza rete allo scadere, dal dischetto Piana dopo l’espulsione di Renato Pastori in retroguardia. Ne nacque un parapiglia, in cui fu espulso anche Eto Soldani per il Livorno, l’altro difensore labronico. Il Napoli, in corsa per la salvezza come i granata, vinse in casa contro la Triestina e per Onorato e gli altri il campionato si fece ancor più duro.


Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.