Pizzeria Betra Salerno

Altalena di gol all’Arechi: finisce 2-2 il match contro il Pescara

Apre Coda, Donnarumma recupera. L'attaccante metelliano sbaglia il secondo rigore. Espulsi in tre

admin

SALERNITANA 2

PESCARA 2

SALERNITANA (4-3-1-2): Terracciano; Ceccarelli, Bernardini, Empereur, Franco; Odjer (22′ st Moro), Pestrin, Zito; Oikonomidis (7′ st Gatto); Coda, Donnarumma (44′ st Bus). A disp: Strakosha, Trevisan, Colombo, Bagadur, Ronaldo, Bovo. All:Menichini

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo, Zampano, Fornasier, Zuparic, Mazzotta (36′ st Coda); Verre, Mandragora (5′ st Verde), Memushaj; Benali (22′ st Pasquato); Caprari, Lapadula. A disp. Aresti, Bruno, Cocco, Vitturini, Mitrita, Torreira All: Oddo

ARBITRO: Sig. Gianluca Aureliano di Bologna (Avellano/Raspollini) IV uomo: Sacchi

RETI: 17′ pt rig. C oda, 25′ pt Lapadula; 24′ st Verde, 39′ st Donnarumma.

NOTE: Spettatori 9.761. Ammoniti Fiorillo, Caprari, Mandragora, Zuparic. Espulsi Zito al 42′ pt per gioco violento, Caprari al 16′ st per doppia ammonizione ed Empereur al 47′ st per gioco violento. Al 26′ st Coda sbaglia un rigore. Angoli 5-3. Recupero 2′ pt; 4′ st.

Gol, espulsi e tante emozioni nel pomeriggio dell’Arechi. Finisce 2-2 tra Salernitana e Pescara che portano a casa un pareggio giusto. Un rigore di Coda apre le danze ma poi è Lapadula show, che prima pareggia e poi serve l’assist a Verde per il sorpasso. Nel finale è Donnarumma a riacciuffare il risultato. Nel mezzo tre espulsi. Zito ed Empereur per la Salernitana, entrambi puniti con rosso diretto, e Caprari per gli abbruzzesi per doppia ammonizione. E’ il giorno di Leonardo Menichini. Per il suo esordio bis sulla panchina della Salernitana, tutto sommato positivo,  il trainer toscano opta per un taglio secco col passato. Granata in campo col 4-3-1-2  e tante novità. La prima, più importante, riguarda il ritorno dal primo minuto di Pestrin e Donnarumma. Soltanto panchina, invece, per Moro e Ronaldo. Davanti alla porta difesa da Terracciano la linea difensiva è composta da Ceccarelli, Bernardini, Empereur e Franco. A centrocampo Pestrin con Odjer e Zito ed in attacco c’è Oikonomidis alle spalle del tandem Coda-Donnarumma. La gara inizia subito su ritmi alti e buoni spunti di gioco. La prima occasione importante è del Pescara che con un destro di Verre al 6′ scalda i guantoni a Terracciano. La Salernitana si affaccia con incisività nell’area avversaria al 10′ con Coda che scarica un diagonale che si spegne di poco a lato. I granata crescono col passare dei  minuti ed al 16′ Donnarumma arriva a tu per tu con Fiorillo che lo travolge commettendo un fallo che il direttore di gara sanziona con cartellino giallo e calcio di rigore. Dal dischetto è Coda a trasformare ed a portare i granata in vantaggio. Per l’attaccante di Cava de’ Tirreni è il settimo gol stagionale. Ma il vantaggio dei padroni di casa dura soltanto dieci minuti perchè al 25′ Lapadula controlla la sfera tra due avversari e trova la giusta coordinazione per far partire un destro che spiazza Terracciano. Lapadula sale a quota 15 reti stagionali e si conferma capocannoiere della serie B.   La rete del pareggio degli avversari scuote la Salernitana che si lancia in avanti alla ricerca del gol. Al 27′ un tiro di Coda si insacca nell’esterno della rete ed al 31′ Zito su punizione costringe Fiorillo a distendersi ed a salvarsi in angolo. Ma nel suo momento migliore la Salernitana resta in dieci uomini per l’espulsione dello stesso Zito. Rosso diretto per l’esterno granata, reo di aver colpito duramente un avversario coi tacchetti. Dopo due minuti di recupero le due squadre vanno a riposo sul risultato di 1-1. Ad inizio ripresa Lapadula va vicino al gol del sorpasso ma l’azione viene fermata per posizione irregolare. Al 5′ è Memushaj a sfiorare il gol, Empereur devia in angolo. Al 16′ st si ritorna in parità numerica perchè anche Caprari viene espulso, per doppia ammonizione. Al 24′ st cross perfetto di Lapadula che si trasforma in un assist per Verde, che con la complicità di Franco trova la rete del sorpasso. Il Pescara ribalta il risultato e si porta sul 2-1. Ma non è finita perchè un minuto più tardi Zuparic commette fallo di rigore  ma dal dischetto questa volta  Coda non riesce a spiazzare Fiorillo che devia in angolo. Il gol del meritato pareggio dei granata arriva al 39′ st con Donnarumma che di petto spinge in rete un traversone di Ceccarelli. 2-2 e sesta rete stagionale per l’ex attaccante del Teramo. L’ultimo sussulto al 43′ st è una punizione di Pasquato che Terracciano blocca. Amaro nel finale però con Empereur che rimedia anche lui come precedentemente Zito un rosso diretto. I granata chiudono il match in nove uomini ma conquistano un punto prezioso.

 

 

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.