Taste - Sapori mediterranei

Uscito da casa già armato, tentato omicidio con aggravante per Giuseppe Ingenito?

Comincia a delinearsi la vicenda, questa mattina la convalida dell'arresto. Emilia David è stabile, vigile, salvata dai medici del Ruggi e dal Carabiniere-eroe

537256_723509601007851_111627130_n

Emilia è salva grazie ai medici del Ruggi e a quel carabinieri eroe, fuori servizio nel lunedì di Pasquetta ma militare nella vita, tanto da non pensarci due volte e intervenire bloccando quell’uomo che aveva ancora il coltello sporco del sangue della 38enne. Emilia resta in prognosi riservata (il bollettino medico di ieri) ma le sue condizioni sono stabili dopo l’operazione al ventricolo destro del cuore. Lavoro impeccabile anche quello dei sanitari intervenuti sul posto che con rapidità e fermezza sono riusciti a portare in tempo la donna in ospedale.

Stamattina la convalida dell’arresto per Giuseppe Ingenito, il 63enne che l’ha colpita, infermiere nel reparto di Ginecologia del Ruggi d’Aragona, si è mostrato collaborativo con i militari dell’arma guidati dal tenente Bartolo Taglietti. Ai Carabinieri Ingenito ha spiegato quanto accaduto, pare che il 63enne sia uscito di casa quel pomeriggio proprio con le intenzioni di far male alla donna, Ingenito era armato, portava con se un coltello da cucina con una una lama superiore ai 17 centimetri. Probabilmente aspettava che la donna uscisse da lavoro, una volta terminato il turno sarebbe cominciata la lite, in presenza anche del suo attuale compagno, con un primo incontro che sarebbe avvenuto prima in via Leucosia e dopo in via Clark, lì dove la 38enne è stata accoltellata.

Giuseppe Ingenito era già finito davanti a un giudice per violenze, mai così gravi come quella avvenuta lunedì in Albis, in Sicilia venne accusato di perseguitare una donna, anche con lei aveva avuto una relazione, patteggiò la pena a un anno di reclusione, pena che poi venne sospesa. Questa mattina il fascicolo è in mano al sostituto procuratore Roberto Penna, l’accusa dovrebbe essere tentato omicidio con l’aggravante della meditazione.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.