Taste - Sapori Mediterranei
No Signal Service

Salernitana, sorpasso e primato: 2 a 1 all’Entella

Al 90'. Alla rete di Mancosu rispondono, nella ripresa, Tutino e dagli undici metri Djuric

Alfonso Maria Tartarone

SALERNITANA-ENTELLA 2-1 (0-1)

SALERNITANA. Belec, Casasola, Aya, Gyombér, Lopez (72′ Veseli), Kupisz, Schiavone (62′ Dziczek), Di Tacchio, Anderson (46′ Cicerelli), Tutino (85′ Giannetti), Gondo (46′ Djuric). A disp.: Adamonis, Karo, Iannoni, Mantovani, Barone, Bogdan, Capezzi. All.: Castori.
ENTELLA. Russo, Cleur, Bonini, Poli, Pavic, Settembrini (85′ Petrovic), Koutsoupias (85′ Brescianini), Nizzetto (46′ Paolucci), Cardoselli (52′ Schenetti), Mancosu (76′ Brunori), De Luca. A disp.: Paroni, Borra, De Santis, Chiosa, Crimi, Brescianini, Meazzi. All.: Vivarini
MARCATORI. 30′ Mancosu, 47′ Tutino, 66′ Djuric su rigore.
ARBITRO. Ghersini di Genova.
NOTE. Ammoniti: Bonini, Schiavone, Poli, Cleur, Veseli, Petrovic; calci d’angolo: 3-0; minuti di recupero: 1′ pt e 6′ st.

Salernitana, sorpasso e primato: 2 a 1 all’Entella. Alla rete di Mancosu rispondono, nella ripresa, Tutino e dagli undici metri Djuric LA PARTITA. E’ necessario un calcio piazzato, con annesso stacco aereo di Aya fuori misura, per creare grattacapi a Russo. Si tratta dell’unico sussulto, da una parte e dall’altra, in oltre venticinque giri di lancette. I padroni di casa faticano a trovare il bandolo della matassa ed i liguri, nonostante l’ultimo posto in classifica e lo zero nella tabella delle vittorie, bravi a chiudere ogni spazio disponibile. Verso il trentesimo ci provano in tre: nell’ordine Kupisz, Tutino e Casasola. Ogni conclusione, tra il limite e l’area di rigore, viene sistematicamente murata dai diretti avversari. Si fa viv anche l’Entella. Colpo di tacco acrobatico di De Luca, alto sulla traversa. Riparte la Salernitana. Traversone di Lopez e tocco al volo di Tutino, nessun problema per il numero uno biancoceleste. Al 38′ accade quello che non ti aspetti. Shiavone perde aderenza con il terreno di gioco, Koutsoupias gli scippa la sfera e con un preciso esterno assiste Mancosu: morbido colpo sotto a scavalcare Belec, liguri avanti. I campani, poco prima del duplice fischio di chiusura, si affidano a Kupisz con una conclusione che non lascia il segno. Si torna in campo. Castori cambia subito. Djuric e Cicerelli per recuperare lo svantaggio, sotto la doccia Anderson e Gondo. L’ex Foggia azione il turbo, deviazione di Cluer che mette fuori causa Poli e testata vincente di Tutino. Uno ad uno, palla al centro. La pressione granata non fornisce gli effetti auspicati ed il tecnico di Tolentino opta per un’altra sostituzione: entra, Dziczek, esce Schiavone. Al minito sessantaquattro, però, è Lopez (il giocatore che non ti aspetti) ad innescare l’ex bomber del Cosenza: Poli, vistosi superato, non può far altro che fermarlo con le cattive. Calcio di rigore, Djuric non sbaglia. Il sorpasso della Salernitana è completato. I campani, pur rimarcando la buona volontà dei ragazzi di Vivarini e gli ingressi di Brunori e Petrovic, gestiscono il vantaggio senza particolari patemi. Cinque di recupero e ritorno al successo dopo tre turni di attesa.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.