Pizzeria Betra Salerno

Salernitana-Matera 0-1. Beffa granata, Diop gela l’ “Arechi” nell’extratime

I granata riagganciati dal Benevento in vetta. Menichini nel mirino della critica

Francesco Pecoraro

Salernitana-Matera 0-1

SALERNITANA (4-3-3): Gori; Colombo (16’st Trevisan), Lanzaro, Tuia, Bocchetti; Moro, Pestrin, Favasuli (38’st Franco); Nalini, Negro, Calil (1’st Mendicino). A disposizione: Russo S., Bovo, Tagliavacche, Cristea. Allenatore: Menichini

MATERA (3-4-3): Bifulco; D’Aiello, De Franco, Mucciante; Ferretti, Coletti, Iannini, Mazzarani; Carretta (45’st Faisca), Letizia (24’st Pagliarini), Albadoro (7’st Diop). A disposizione: Russo G., Ashong, Bernardi, Flores. Allenatore: Auteri
ARBITRO: Guccini di Albano Laziale
RETE: 49′ st Diop
NOTE: Ammoniti: Mazzarani (M), D’Aiello (M), Mucciante (M), Colombo (S), Favasuli (S). Serata variabile, terreno in buone condizioni. Angoli: 2-6. Recuperi: 0’pt, 4’st. Spettatori: 12572 compresi gli abbonati per un incasso non comunicato.
S’interrompe la striscia vincente della Salernitana. A riportare i granata alla normalità, il Matera di Auteri che s’impone per 1-0 grazie ad un gol all’ultimo secondo di Diop. “Squadra che vince non si cambia” recita un vecchio proverbio ma non la pensa allo stesso modo Menichini che invece decide di modificare qualcosa negli interpreti scesi in campo negli incontri precedenti: Tuia e Bocchetti rilevano Trevisan e Franco mentre Calil stringe i denti e gioca dall’inizio, supportato da Nalini e Negro. Il Matera si schiera con il classico 3-4-3 ma prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio per Luca Colosimo, arbitro della Lega Pro scomparso prematuramente in un tragico incidente stradale. Pronti, via la Salernitana si getta subito in avanti spinta dall’incitamento della Curva Sud e all’8′ tenta la conclusione con Calil, bravo a fiondarsi su una corta respinta della retroguardia ospite, costringendo il numero uno del Matera alla deviazione in corner. Dopo una fase di stallo, al 22′ la compagine di Auteri sfiora il vantaggio con Carretta che prova dai 30 metri e Gori mette in angolo. Al 25′ Negro manca clamorosamente il pallone su cross dalla destra di Nalini. Al 34′ gol annullato per fuorigioco a Bocchetti; al 44′ ancora Matera vicino al gol con Mucciante che, sugli sviluppi di un corner, da pochi passi spedisce alta la sfera. Dopo un primo tempo incolore, nella ripresa Menichini cambia Calil con Mendicino. Il secondo tempo è la sagra della noia, con nessuna delle due compagini che riesce a sfondare o ad impensierire seriamente l’avversario. La brutta tegola è il giallo inflitto a Colombo al 15′ ai danni del neo entrato Diop: l’ammonizione gli costerà la squalifica contro il Catanzaro. Ma quando la partita sembrava avviarsi definitivamente verso lo 0-0, accade l’impensabile: Mazzarani dalla sinistra lascia partite un cross sul quale si fionda in tuffo Diop che gela tutta la Sud oltre che Gori. Finisce così, vantaggio sul Benevento annullato e tutto da rifare per un campionato che continua a giocarsi sul filo del rasoio.
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.