Pizzeria Betra Salerno

Qualità e tempismo, Mazzarani si prende la scena

Goal e spunti interessanti, da meteora a pedina importante, l'ascesa di Mazzarani

Luca Viscido

È stato uno dei primissimi acquisti estivi della scorsa campagna trasferimenti, non di certo il nome altisonante che la piazza si aspettava ma un buon giocatore che ha sempre fatto bene in questa categoria. Stiamo parlando naturalmente di Andrea Mazzarani. Il fantasista ex Catania è stato uno dei migliori in campo nel match di ieri contro il Perugia, sbloccando il match in favore dei granata. Un primo tempo non esaltante per il centrocampista granata, ingabbiato dal pressing asfissiante operato da gli uomini di Nesta i quali si sono resi pericolosi in più di una circostanza nella prima frazione di gioco. Nella seconda frazione invece al contrario complice anche la spinta della Curva Sud Siberiano la Salernitana ha alzato nettamente il baricentro e questo ha consentito anche a Mazzarani di mettere le sue indiscussa qualità al servizio della squadra. Fa ”scalpore” il modo in cui l’ex Modena ha portato in vantaggio i granata, con la soluzione meno aspettata ma allo stesso tempo efficace ovvero il colpo di testa, dopo un’azione da calcio d’angolo rocambolesca. Sostituito a 20 minuti dalla fine da Akpa Apro è apparso visibilmente stanco e naturalmente non ancora con i novanta minuti nelle gambe ma sicuramente partita dopo partita acquisterà  una condizione migliore. Da meteora a giocatore decisivo, Salerno e la Salernitana scoprono il vero Mazzarani, sperando possa continuare a far ricredere i più scettici…

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.