Taste - Sapori mediterranei

Protesta alla Provincia: cori e striscioni contro il ministro Minniti- LE FOTO

L'associazione "Rete della conoscenza" è scesa in piazza per protestare contro il decreto sul contrasto all'immigrazione illegale

admin

Nel tardo pomeriggio, diversi giovani esponenti dell’associazione “Rete della conoscenza” si sono radunati dinnanzi alla sede della Provincia per far sentire la propria voce al Ministro dell’Interno, Marco Minniti, giunto quest’oggi in città per appoggiare la candidatura dell’ex premier Matteo Renzi alle prossime primarie del Partito Democratico. I protestanti hanno imbracciato uno striscione recante la scritta:” Contro Minniti e Daspo urbano, apriamo le frontiere del Mediterraneo”, con chiaro riferimento al decreto legge approvato in settimana in Senato che introduce una serie di misure per il contrasto all’immigrazione illegale, fra cui rimpatri con iter più veloci, espulsioni dirette per prevenzione al terrorismo e salvaguardia dell’ordine pubblico e l’istituzione di 26 sezioni specializzate presso i vari tribunali italiani. Sul posto sono giunte alcune pattuglie della Polizia di Stato con lo scopo di mantenere sotto controllo la situazione anche se la protesta si è svolta in modo ordinato e pacifico. “La nostra è una protesta simbolica, un atto doveroso per far capire al nuovo pseudogoverno Gentiloni che esiste una parte che non ci sta alle nuove restrizioni e alle macchine repressive che progressivamente stanno togliendo spazio ai cittadini- dichiara Vincenzo Taglialatela- così come accaduto in occasione dell’ultima manifestazione a Roma, dove, seppur l’evento avesse l’autorizzazione della Questura, diversi giovani sono stati fermati ai caselli autostradali e non gli è stato permesso di raggiungere la città, e così come accaduto con l’arrivo di Salvini alla Mostra d’Oltremare a Napoli, dove è stato necessario un commissariamento esterno per fermare la voce dei cittadini che si erano opposti alla visita del leghista.”

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.