Pizzeria Betra Salerno

I PRECEDENTI – La Salernitana non vince a Spezia da settant’anni

I granata esordiranno venerdì sera in un campo a loro sempre avverso, l'anno scorso solo sconfitte

Ci siamo. Anche se mancano ancora due giorni all’inizio della seconda avventura consecutiva della Salernitana di Lotito e Mezzaroma in serie B l’attesa della tifoseria è di quelle spasmodiche perché con l’anticipo di venerdì sera la squadra granata così come i bianchi dello Spezia avranno addosso gli occhi di tutta la cadetteria. Il taglio del nastro, simbolico, in uno stadio come il di La Spezia che per la verità non porta molto bene alla Salernitana. Nella lunga storia calcistica tra queste due belle realtà marinare gli spezzini hanno davvero concesso poco ai rivali (avversari) salernitani. Anche se gli scontri si contano sulle dita della mano fermandosi ad otto ben sei sono stati i successi dello Spezia con un pareggio ed una sola vittoria della Salernitana. Ed il successo, udite udite, risale al campionato di serie B dell’anno di grazia 1948-49, circa settant’anni fa, con una vittoria di stretta misura per 2 a 3.
Ma bisogna giocoforza solo tornare ai giorni nostri. Ed anche allo scorso campionato quando la Salernitana, reduce dal brillante avvio con i cugini-rivali dell’Avellino che furono sconfitti per 3 a 1, dopo aver pareggiato a Brescia incappò nella prima sconfitta stagionale nel suo stadio, l’Arechi, contro uno Spezia che riuscì a capitalizzare al massimo solo un paio di occasioni in fase offensiva. Ma anche nella gara di ritorno, al Picco, il 30 gennaio di quest’anno le cose per la truppa granata non andarono per il meglio ed arrivò la sconfitta per 3 a 1 con un gol anche dell’ex Sciaudone che era passato nella squadra allenata di Di Carlo solo nel mercato di riparazione di gennaio. Insomma una vera e propria bissata, poi, anche nel quarto turno di Coppa Italia quando la Salernitana dovette alzare bandiera bianca per i gol di Brezovec e Catellani. Ma ad onor del vero bisogna anche dire che la squadra granata meritava molto di più per il gioco espresso nel corso della gara e fu solo penalizzata da alcune decisioni cervellotiche dell’ormai ex arbitro Cervellera di Taranto ora fuori dai quadri Can.
E venerdi’ sera cosa ci dobbiamo aspettare? Stando alla davvero poco visto che lo Spezia è una delle candidate a vincere il torneo di B, almeno sulla carta. Ma crediamo che anche la Salernitana (e Sannino starà facendo da buon meridionale i dovuti scongiuri…) possa giocarsi per intero le sue . Ha qualità neo suoi uomini e molta propensione in fase offensiva. Insomma una partita che si preannuncia intensa con un trend negativo da sfatare. E allora, perché non riuscirci, magari, proprio venerdì sera?

A cura di Enzo Sica

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.