Taste - Sapori mediterranei

Enzo Maraio a De Magistris: “Per anni tanti fondi andati a Napoli”

"Qualsiasi polemica penso debba essere restituita al mittente, è un errore strumentalizzare le Luci d'Artista" Queste le parole del consigliere regionale Enzo Maraio

Federica D'Ambro

“Chi pensa che andiamo a danneggiare Napoli commette un errore. Napoli è la capitale della Campania e, sopratutto, del Mezzogiorno d’Italia. Qualsiasi polemica penso debba essere restituita al mittente come polemica strumentale che non a nulla a che vedere con il turismo Salernitano. L’attenzione della Regione Campania tiene indubbiamente in considerazione Avellino, Caserta, Benevento e Napoli”.

Questo un primo pensiero a freddo del consigliere regionale Enzo Maraio, ex assessore al turismo a Salerno. Parole che derivano da una polemica creata qualche giorno fa. Domani è prevista l’accensione ufficiale delle Luci d’Artista. Evento che in undici anni ha portato Salerno alla ribalta nel campo del turismo. Quest’anno, però, non sono mancate le critiche contro chi ha deciso di finanziare quest’edizione con i fondi stanziati dall’Unione Europea per la Regione Campania.

“Che la Regione Campania abbia destinato tre milioni di euro alle Luci d’artista di Salerno è un fatto grave e meriterebbe una giustificazione politica. Sarebbe una notizia da non commentare. La città di Napoli in questi cinque anni ha raggiunto risultati straordinari non avendo risorse tre milioni per le Luci d’artista mi sembrano un po’ troppi. De Luca deve comprendere che i fondi europei non sono i fondi di Vincenzo De Luca. La geografia la possiamo interpretare ma fino ad un certo punto, bisogna fare una proporzione tra Napoli, Salerno, Benevento, Avellino, Caserta”.
Questo è in breve il pensiero esposto dal sindaco di Napoli De Magistris durante la diretta Facebook di Repubblica Napoli. Un pensiero che non è passato inosservato all’opinione pubblica, suscitando una catena di nuove risposte.

“Sinceramente – ha aggiungo Enzo Maraio- c’è stato il rovescio della medaglia. Per anni a Salerno spesso contestavamo, non soltanto come Salernitani ma anche come l’altra Campania rispetto a Napoli, il fatto che la gran parte dei fondi, se non l’esclusività di questi, andassero a Napoli. Oggi strumentalizzare la vicenda delle Luci d’Artista, è un grave errore, che tende a nascondere in maniera maldestra un’azione politica molto più intelligente e seria”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.