Pizzeria Betra Salerno

Coda illude, lo Spezia domina e vince 3-1 in rimonta

Dopo l'espulsione di Gabionetta dura un minuto il vantaggio dei granata. Gol dell'ex per Sciaudone

admin

SPEZIA-SALERNITANA 3-1

SPEZIA (4-3-3): Chichizola; De Col, Postigo, Terzi, Migliore; Canadjija (26′ st Sciaudone), Vignali (40′ st Misic), Errasti; Piccolo (35′ st Kvrzic), Calaió, Situm. A disp: Sluga, Valentini, Tamas, Acampora, Sciaudone, Pulzetti. All: Di Carlo
SALERNITANA (4-3-3): Terracciano; Ceccarelli, Bernardini, Empereur, Franco; Moro (15′ st Odjer), Ronaldo (40′ st Bovo), Zito (34′ st Donnarumma); Gabionetta, Coda, Oikonomidis. A disp: Strakosha, Bagadur, Rossi, Pestrin. All:Torrente

ARBITRO: Sig. Rosario Abisso di Palermo (Bindoni/Dei Giudici) IV uomo: Minelli

RETI: 18′ st Coda, 21′ st Vignali, 30′ st rig. Calaiò, 42′ st Sciaudone.

NOTE: Ammoniti Vignali,  Franco, Gabionetta, Errasti, Situm. Espulso Gabionetta al 13′ st per doppia ammonizione. Angoli 2-3. Recupero 0′ pt; 5′ st.

Una brutta Salernitana affonda al “Picco” nel posticipo della 24esima giornata. Lo Spezia si impone con un indiscutibile 3-1, risultato che rispecchia fedelmente l’andamento della gara. In campo si è vista una Salernitana irriconoscibile rispetto a quella che aveva superato in maniera brillante il Brescia. Nonostante Torrente abbia schierato la stessa formazione di sette giorni prima, il risultato ottenuto è stato l’opposto. I granata non si sono mai resi pericolsi e sono sempre stati in balia degli avversari, nonostante il gol del momentaneo vantaggio di Coda. La prova insufficiente dei granata è stata ulteriormente condizionata dall’espulsione di Gabionetta al 13′ della ripresa per doppia ammonizione. Per lo Spezia il migliore in campo è stato il giovane Vignali, autore del gol del pareggio e poi bravo a procurarsi il rigore trasformato da Calaiò. A chiudere i giochi il più classico gol dell’ex di Sciaudone, che festeggia nel migliore dei modi il suo esordio. Primo tempo di grande sofferenza per la Salernitana, che lascia troppo spazio agli avversari che ringraziano e si portano a tu per tu con Terracciano in almeno quattro nitide occasioni da rete. Al 4′ l’estremo difensore granata respinge un tiro insidioso di Situm. Al 13′ lo stesso portiere campano si allunga e salva il risultato su un tiro dello spagnolo Errasti.  La Salernitana si rende pericolosa per la prima volta al 15′  con un tiro di  Zito potente ma centrale.  Nel finale della prima frazione di gioco ancora brividi per la Salernitana con lo Spezia che sfiora il gol 42′, quando un sinistro da fuori area di Calaiò sfiora l’incrocio dei pali. Al 43′ l’ultimo sussulto che porta sempre la firma dei padroni di casa. Suggerimento di Piccolo per Canadiija che cerca l’angolino basso ma trova la respinta di Terracciano.  Nella ripresa si vede in campo ancora una Salernitana poco incisiva. La gara si mette decisamente in salita per gli uomini di Torrente al 13′ st, quando Gabionetta viene espulso per doppia ammonizione. Il tecnico si vede quindi costretto a sostituire Moro con Odjer passando al 4-4-1. E proprio nel suo momento peggiore la Salernitana a sorpresa trova la rete del vantaggio. Al 18′ st calcio d’angolo di Ronaldo, Coda stacca di testa e insacca per l’1-0. Neanche il tempo di festeggiare che dopo due minuti lo Spezia pareggia con Vignali, che a porta vuota realizza la sua prima rete stagionale. A 26′ st fa il suo esordio con la maglia dello Spezia Sciaudone, che subentra a Canadiija. L’intraprendenza degli uomini di Mimmo Di Carlo viene premiata al 30′ st. Franco spinge Vignali in piena area ed il direttore di gara assegna un rigore giusto allo Spezia che con Calaiò, che ripete il penalty per due volte per infrazione, capovolge il risultato. Al 36′ st lo Spezia rischia di chiudere il match con Sciaudone che di testa su cross di Situm non inquadra lo specchio della porta soltanto di un soffio. Ma il gol dell’ex arriva puntuale a tre minuti dalla fine. Al termine di un clamoroso contropiede il centrocampista al suo esordio con la maglia dello Spezia condanna i suoi ex compagni ad una pesantissima sconfitta.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.