Pizzeria Betra Salerno

Cittadella-Salernitana, “quasi” mai una gioia: unico sorriso con Di Michele in Coppa

La Salernitana non esce imbattuta dalla trasferta contro i veneti dal 2008/2009, quando sul neutro di Treviso il match terminò 0-0

Luca Viscido

Non una delle partite più semplici sulla carta per tornare a sorridere. La trasferta in terra veneta contro i granata del nord non ha regalato mai una gioia da tre punti alla Salernitana. A dirlo sono i numeri, le statistiche ma soprattutto i precedenti al Piercesare Tombolato. Sono sette per la precisione (otto contando anche il match di Coppa Italia).

Da quando la Salernitana è tornata in B con Lotito e Mezzaroma non è riuscita mai a strappare un punto. Solo sconfitte e con almeno due goal al passivo. L’ultimo match disputato in veneto è relativo allo scorso dicembre, più o meno di questi tempi, quando gli uomini allenati da Colantuono persero 3-1, sconfitta che diede seguito ad un periodo negativo con successivo cambio tecnico. Nella stagione 2017/2018 i ragazzi allenati allora da Alberto Bollini non riuscirono ad evitare la sconfitta uscendo battuti per 2-1 dall’impianto veneto.

Nella stagione 2016/2017 la squadra allenata invece da Sannino complice l’espulsione di Tuia venne sconfitta con un secco 2-0. Oltre gli ultimi incontri bisogna andare indietro nel tempo, esattamente alla stagione 2009/2010 per rivedere i granata di scena al Tombolato. In quella occasione la Salernitana venne sconfitta per 1-0. La stagione 2008/2009 invece porta i granata a strappare almeno un punto dal veneto. Allora si giocò sul campo neutro di Treviso quando la Salernitana di Castori, appena tornata in B impattò per 0-0 contro i granata di Foscarini. I primi precedenti assoluti tra le due squadre risalgono all’inizio degli anni 2000.

Durante la stagione 2000/2001 Cittadella e Salernitana si affrontarono ben due volte, sia in Coppa Italia, che in campionato. Il match di coppa è stato il primo in assoluto tra le due compagini. La Salernitana allenata allora da Francesco Oddo, grazie ad un goal di David Di Michele quasi allo scadere del primo tempo riuscì ad imporsi sui granata veneti. Il match di campionato sempre della stessa stagione terminò con il punteggiò di 1-1, marcatore ancora in questa circostanza Di Michele.

Nel successivo campionato ancora in serie B, stagione 2001/2002 l’incontro tra Cittadella e Salernitana si concluse con un pirotecnico 4-4. Era esattamente il 2 settembre 2001 e allora siedeva sulla panchina granata Zeman. Per la Salernitana andarono a segno Arcadio (doppietta), Vignaroli e Giacomo Tedesco. Da segnalare tra le curiosià e statistiche di quell’incontro anche un rigore sbagliato da Fabio Vignaroli sul finire della prima frazione di gioco. Riusciranno questo pomeriggio Di Tacchio e compagni a sfatare definitivamente tale tabù? Ai posteri l’ardua sentenza.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.