Pizzeria Betra Salerno

Virtus Arechi domina sul parquet della Frata Nardo

La miglior Virtus della stagione domina in lungo e in largo al PalaPasca: 66-94 il finale

l0_tml1132447381249_42359608533_1578853905933473

Una Virtus Arechi Salerno semplicemente sontuosa inizia alla grande il girone di ritorno del campionato di Serie B Old Wild West conquistando due punti preziosissimi sul parquet della Frata Nardo, quarta forza del raggruppamento e finora sconfitta di misura solo dalla capolista Palestrina tra le mura amiche del PalaPasca.

Il punteggio finale di 66-94 rende merito alla prestazione da applausi da parte dei ragazzi di coach Benedetto, capaci di controllare le operazioni sin dalla palla a due e di annichilire un ottimo avversario ( seppur ancora privo di Zampolli) grazie ad intensità, lucidità e gioco di squadra.

Starting five ridefinito dal coaching staff salernitano, che lancia nella mischia fin da subito Ciribeni e Tortù al posto di Diomede e Leggio: il match – nei primi dieci minuti – vive sui binari dell’equilibrio (23-24 al decimo), ma il comando delle operazioni è più volte richiesto dai viaggianti che trovano continuità in sede di realizzazione con Visnjic e lo stesso Tortù in gran spolvero. Nardò non si abbatte e realizza in transizione canestri importanti, in special modo con Peroni e Coviello sempre pericolosi e bravi a non risultare facilmente prevedibili nelle conclusioni.

Il secondo quarto è tutto di marca Virtus: un break micidiale di 13-27, propiziato da un capitan Diomede letteralmente infallibile dalla distanza, lancia anzitempo la fuga verso il successo di una Salerno che non abbassa neppure per un istante il proprio livello di concentrazione, togliendo riferimenti in mezzo al campo ad una Nardò che fa una fatica inverosimile a trovare la via del canestro.

Il +15 di metà partita non è utopia e questa volta la truppa blaugrana non commette gli stessi errori visti a Matera e Palestrina: la terza frazione, al contrario, è se possibile ancor più positiva per gli ospiti, mai in apnea quando il pallone tra le mani lo hanno i pugliesi e sempre pericolossimi in ripartenza. Neppure le tre penalità commesse da Leggio costituiscono un problema per la Virtus che concede appena 10 punti nel terzo quarto ad una Nardò costretta ad inseguire di ben venticinque lunghezze (46-71).

L’ultimo quarto di gioco è puro garbage-time, la Virtus mette il pilota automatico (il finale è 66-94 ) e si gode un successo esterno di quelli davvero perentori, ancor più al netto di una prestazione assolutamente convincente che altro non può costituire se non il perfetto viatico in vista di un girone di ritorno da vivere a marce altissime.

Boxscore
FRATA NARDO’ – VIRTUS ARECHI SALERNO 66-94 (23-24 ; 13-27 ; 10-20 ; 20-23)

FRATA NARDO': Azzaro 9, Burini 4, Peroni 10, Coviello 25, Bjelic 0, Fiusco 6, Minò 0, Cappelluti ne, Visentin 12, Cepic 0, Tyrtyshnyk ne, Dall’Atti ne. Coach: Quarta.

VIRTUS ARECHI SALERNO: Leggio 12, Tortù 11, Czumbel 3, Diomede 24, Ciribeni 7, Seye 0, Potì 11, Visnjic 21, Gallo ne, Cantone 5. Coach: Benedetto.

Arbitri dell’incontro: Matteo Roiaz (Muggia) ; Andrea Andretta (Udine)

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.