Taste - Sapori Mediterranei

Senegalesi e bengalesi ancora in protesta a Salerno, lunedì nuovo presidio in via Roma

"Comune continua a proporre mercatino etnico di Lungomare Marconi come unica soluzione, per noi non è così"

Nuovo presidio annunciato dalla comunità senegalese e bengalese, come viene evidenziato in questa nota scritta proprio dai rappresentanti delle due comunità a Salerno: “Il prossimo 12 giugno, dalle ore 10,00 alle ore 20,00, le Associazione della comunità del Senegal e del Bangladesh indicono un presidio in via Roma ( sotto la sede del comune di Salerno ) per rivendicare ancora una volta il diritto al lavoro e alla vita.

Al corteo dello scorso 8 maggio, le due comunità erano scese in piazza  per ricevere una risposta sul futuro  del proprio lavoro. L’Amministrazione comunale  non diede alcuna risposta soddisfacente riguardo l’individuazione di un nuovo spazio per l’esercizio lavorativo. Successivamente, i delegati delle rispettive comunità, si recarono in prefettura e furono ricevuti dal vicario, che promise loro di interessare S. E. il Prefetto. Sono passate ormai quattro settimane e dal prefetto nessuna chiamata. E’ evidente che non c’è interesse a risolvere questa situazione. L’inadeguatezza e il mancato  impegno delle istituzioni ci lascia senza parole.

L’Amministrazione comunale continua a proporre il mercatino etnico di Lungomare Marconi e il parcheggio di via Calò come unica soluzione. Noi riteniamo che non si tratti di una soluzione capace di garantire di che vivere. E’ per questo che continueremo a manifestare con determinazione,  ma non vogliamo che nessuno scambi la nostra lotta come un problema di ordine pubblico. Nessun lavoratore ambulante rappresenta un problema di ordine pubblico: i lavoratori non si devono trattare come dei criminali

Il 12 giugno scenderemo di nuovo in piazza. Tutta la cittadinanza che ha a cuore il diritto al lavoro dignitoso è invitata a partecipare”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.