Pizzeria Betra Salerno

“Diamine, che freccia” Cristiano Lombardi

Ricorda uno slogan degli anni 90, Cristiano Lombardi, si è preso la fascia destra ed è diventato un tormento per chiunque ci mette piede.

“Diamine, che freccia”. Ricorda uno slogan degli anni 90, Cristiano Lombardi, si è preso la fascia destra ed è diventato un tormento per chiunque ci mette piede. Mai così decisivo in carriere, 25 anni ad agosto, il ragazzo di Viterbo è esploso in queste giornate facendo vedere tutte le sue qualità e una brillantezza d’altra categoria. Sono 14 i gettoni fin qui, partendo da spiccioli di gara per recuperare la condizione a ottobre, entrato a pieno regime nella gara con l’Entella a Novembre, non è più uscito dalle grazie di Gian Piero Ventura. Devastante, determinante, sta diventando un fattore, Cristiano Lombardi è l’uomo che non ti aspetti e che fa la differenza, 3 reti e tre assist, 5 punti hanno portato le sue marcature, ora ritornerà in quello stadio che gli ha fatto vivere con una maglia diversa da quella bianco celeste la massima serie. Due anni fa, 17 gare con i sanniti in A, non sono servite le sue scorribande per salvare le streghe con i giganti del campionato e troppi punti persi per strada. Eppure la A. Non felice e prolifico anche il campionato vissuto a Venezia, in laguna è arrivato tardi per cambiare la marcia dei leoni alati. Ora, con la maglia granata e il cavalluccio sul petto cerca la sua consacrazione, Ventura a fargli vedere la strada, come in quello slogan: “Diamine, che freccia”.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.