Taste - Sapori Mediterranei

“Cafoni” o errori nel conferimento dei rifiuti, nelle casse del Comune circa 60mila euro

I proventi delle contravvenzioni effettuate a chi non rispetta le modalità, soprattutto chi abbandona i rifiuti in strada

I “cafoni” pagano caro e non solo loro, nella cassa di Palazzo di Città c’è il rendiconto di quanto raccolto dalle contravvenzioni per il mancato rispetto delle modalità di conferimento dei rifiuti, oltre alle violazioni della raccolta differenziata con l’abbandono dei rifiuti in strada. Al Comune circa 60mila euro. Come si legge sul quotidiano Il Mattino, una delle ultime sanzioni è avvenuta pochi giorni fa, dove una pattuglia di vigili urbani in borghese ha scoperto un cittadino mentre abbandonava dei rifiuti domestici in strada, creando una vera e propria microdiscarica in via degli Etruschi, per lui è scattato un verbale superiore ai 500 euro. Scoperto dagli agenti, come detto, il cittadino in contravvenzione si è recato immediatamente allo sportello postale per pagare la multa.

A dicembre sono stati 164 i verbali elevati, a gennaio 28 sanzioni comminate a residenti e cittadini da fuori comune beccati a sversare in zone limitrofe di Pastena, Fratte e Sant’Eustachio. Le microdiscariche a cielo aperto continuano a rappresentare un problema rilevante per le zone di Cappelle, Fratte, Sant’Eustachio e Torrione.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.