Taste - Sapori mediterranei

Tragedia sul lavoro, il cordoglio della Cgil e della Cisl

Il comunicato stampa dei due sindacati per esprimere il proprio cordoglio dopo la morte sul lavoro di un giovane

Comunicato stampa del Sindacato CGIL

Ieri l’ ennesima tragedia sul lavoro, un giovane, ha perso la vita schiacciato da un macchinario ma non si conosce ancora la dinamica dei fatti. L’ incidente è avvenuto nello stabilimento di Fisciano dell’ azienda La Doria, nota azienda alimentare. Fabiano, aveva da poco compiuto 20 anni, lavorava presso La Doria a tempo
determinato dal 2015. Si attende che gli organi competenti facciano luce su quanto accaduto, affinché si riesca a trovare la verità.
Non bisogna mai abbassare la guardia sulla sicurezza, vanno coinvolti tutti i soggetti e le istituzioni territoriali preposti alla sorveglianza. Per molte aziende, la sicurezza è solo un costo, ma questa logica dev’essere in ogni modo combattuta. Nel nostro territorio, La Doria è una di quelle realtà che ha sempre investito risorse sulla salute e sulla sicurezza sul lavoro.
Le Segreterie Fai Flai Uila, esprimono profondo cordoglio alla famiglia di Fabio.

Comunicato stampa del Sindacato CISL

La morte del giovane operaio ventenne Fabiano Mazzetti di Pompei deceduto ieri all’Ospedale di Mercato San Severino in seguito alle ferite riportate in una azienda conserviera a Fisciano, richiama tutti ad forte senso di responsabilità e soprattutto ad essere consequenziali affinché si individuino strumenti di effettiva tutela sulla sicurezza sui posti di lavoro.
Il sindacato, manifestando la vicinanza alla famiglia della vittima, torna a sottolineare la drammaticità delle morti sul lavoro. Un fenomeno che si sta ripetendo sempre più spesso, al quale bisogna far fronte inasprendo i controlli che, al di là della inevitabile fatalità, possano dare maggiori sicurezze a tutti i lavoratori.
“Agli organi competenti il compito di fare luce su quanto accaduto e ricercare eventuali responsabilità – afferma Matteo Buono, segretario generale della Cisl di Salerno. Ciò che è accaduto è allarmante viste le nuove metodologie e gli strumenti in grado di mettere in sicurezza chi utilizza macchine di tal genere”.
“Nonostante ci venga spiegato – continua Buono – che gli infortuni mortali sono in calo, constatiamo una continuità preoccupante di questi incidenti che richiamano la necessità di aumentare la vigilanza da parte delle Istituzioni preposte ai controlli e di inasprire le pene. Benché gli sforzi del sindacato e delle Istituzioni, non c’è ancora una piena consapevolezza del valore della sicurezza, soprattutto in questi anni di crisi industriale che molto spesso fanno allentare l’attenzione su questi temi, considerati a torto un costo ”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.