Taste - Sapori mediterranei

Spiagge di Camerota: scoperti i “furbetti” dei rifiuti

controlli_camerota01

Controlli e multe da parte dei vigili urbani di Camerota nei confronti di alcuni operatori turistici che hanno conferito i rifiuti in modo scorretto. L’operazione è scattata questa mattina, lunedì, dopo che alcuni turisti hanno segnalato la presenza di cumuli di rifiuti lungo la strada che costeggia la spiaggia del Mingardo e la Cala del Cefalo. Dei fatti è stato informato il sindaco di Camerota, Mario Salvatore Scarpitta, che ha inviato sul posto la polizia locale. Gli uomini del sovrintendente Giovanni Cammarano hanno avviato una serie di controlli. All’interno dei sacchi della spazzatura sono stati rinvenuti gli scontri fiscali emessi da alcuni lidi balneari della zona.

Gli imprenditori titolari delle strutture sono stati invitati a ripristinare lo stato dei luoghi e sono stati diffidati a conferire i rifiuti in modo corretto, attendendosi all’ordinanza in materia e al calendario e agli orari stabiliti dall’amministrazione comunale in concerto con i vertici della Sarim, la società che si occupa della raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Sono state comminate sanzioni per diverse centinaia di euro.

«Non tolleriamo chi non rispetta l’ambiente e non si attiene alle regole – afferma il primo cittadino Scarpitta – ringrazio i turisti che hanno segnalato queste situazioni e il comando dei vigili urbani che è prontamente intervenuto. Che l’operazione di stamane serva da lezioni a tutti. Anche se, ad essere sinceri, i cittadini di Camerota, gli imprenditori, gli operai della Sarim e i turisti stanno facendo un ottimo lavoro in materia di rifiuti. La percentuale della differenziata sale sempre più più. Nell’ultimo mese abbiamo sfondato la soglia dell’83% e anche per questo motivo ci tengo al corretto conferimento da parte di tutti e in special modo degli imprenditori turistici». Soddisfazione espressa anche dal consigliere alla Polizia locale Manfredo D’Alessandro.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.