Taste - Sapori mediterranei

Salerno, vigilantes sui bus: non ci sono più i “portoghesi” di una volta

"Da 150 biglietti a 500 a settimana", così sono incrementate le vendite dei biglietti per i servizi di trasporto grazie alla presenza dei vigilantes sui bus

Federica D'Ambro

“Vendevo 150 biglietti a settimana, adesso ne vendo 500 grazie al controllo dei vigilantes”. Una frase, un dato registrato in un chiosco nel quartiere di Torrione, dal proprietario dell’attività che si trova a due passi da una delle fermate dei pullman di Salerno.
Sono passati diversi mesi da quando il servigio vigilantes sui pullman salernitani sono stati attivati e incrementati. Numerosi, infatti, anche i diverbi nati sui bus con i vigilantes, soprattutto con chi il biglietto era abituato a non farlo. Un’abitudine che sta man mano perdendo piede a Salerno. Un dato che si evince anche nei tabacchi o da chi ha la possibilità di vendere i biglietti come il chiosco di Torrione.
Nonostante ci sia ancora una minoranza di persone che non acquistano i ticket il trend è in crescita, anche se dati reali ancora non sono disponibili. A confermarlo è la stessa azienda che ci comunica: “Vi confermo che dall’avvio del servizio di vigilanza e conseguente intensificazione dei controlli attivati da Busitalia Campania si è registrato un sensibile incremento delle vendite dei biglietti. Tuttavia al momento non è ancora possibile una stima numerica o percentuale”.

Tempo di report e di analisi per Busitalia Campania che proprio ieri ha attivato un’indagine di mercato per capire il dato di soddisfazione di chi abitualmente prende il pullman a Salerno. Quali sono i servizi da migliorare e come il servizio di Busitalia abbia stravolto il servizio di trasporto salernitano.

“Si informa la gentile clientela che è di prossimo avvio l’indagine di mercato a campione (Customer Satisfaction) da parte di una società specializzata del settore incaricata da Busitalia. Causa sciopero del 10 novembre p.v., è stata annullata la data di avvio, inizialmente prevista per l’8 novembre, per cui le indagini partiranno a far data del 21 novembre p.v. La campagna interessa il Comune di Salerno e prevede la somministrazione di un questionario, a terra e/o a bordo bus, sul servizio di trasporto urbano erogato da Busitalia Campania, al fine di valutare la percezione di gradimento dello stesso e anche della nuova azienda. La rilevazione è anonima, la durata dell’intervista è di pochi minuti. I dati rilevati serviranno all’azienda per conoscere l’opinione dei clienti-utenti, monitorando il livello di soddisfazione del servizio erogato e per apportare efficaci azioni di intervento nell’interesse della collettività e della mobilità pubblica. Si confida nella fattiva collaborazione dell’utenza all’iniziativa e si ringraziano anticipatamente tutti gli utenti intervistati che daranno la propria collaborazione per il buon esito della campagna”. Questa la nota ufficiale di Busitalia Campania.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.