Taste - Sapori Mediterranei

Ristrutturato il centro “Facciamo breccia” a Salerno, domani il taglio del nastro con De Luca

Interverranno il ministro Claudio De Vincenti, il presidente Vincenzo De Luca, il sindaco Vincenzo Napoli e l'assessore Nino Savastano

Federica D'Ambro

Domani, mercoledì 21 giugno alle 11.30 sarà inaugurato il Centro Facciamo breccia di Salerno (via Piacenza angolo Via Tusciano) completamente ristrutturato. Interverranno il ministro della Coesione territoriale e del Mezzogiorno Claudio De Vincenti, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli e l’assessore alle Politiche Sociali, Nino Savastano.
“Il Centro – spiega Alberto Zuliani, presidente dell’Associazione di volontariato Una breccia nel muro – ospita ora, settimanalmente, 36 bambini; la durata prevista per il trattamento è di un anno, ma molti proseguono. Sono attivati percorsi differenziati in modo da dare risposta anche a famiglie non residenti a Salerno: pendolari, provenienti da altre province campane e da altre regioni. La domanda è crescente.
In quattro anni il Centro si è preso cura di circa 70 bambini fra i 18 mesi e i 12 anni di età, per oltre l’80% con meno di 6 anni. Parecchi sono rimasti per più di un anno, sono cresciuti con noi. Ventitré di loro si sono giovati del trattamento in solidarietà totale o parziale. Sono stati svolti corsi di parent training per le famiglie al loro ingresso; sono stati avvicinati gli insegnanti, curricolari e di sostegno; i supervisori hanno partecipato ai gruppi di lavoro sull’handicap, GLH. È stata svolta un’intensa attività informativa in favore della cittadinanza. Sono stati ospitati numerosi tirocini in convenzione con alcune università, fra le quali Roma Sapienza e Salerno e Scuole di specializzazione di psicoterapia. E’ stata ed è tuttora svolta un’attività significativa di ricerca, in collaborazione con ricercatori delle università di Roma Sapienza, Cagliari e Losanna. Sull’attività clinica del Centro sono state svolte sei tesi di laurea. Sono stati intessuti rapporti con il territorio, via via più intensi, recentemente con i Segretariati sociali del Comune. L’Associazione partecipa al “Coordinamento autismo Campania”. Il Centro è diventato una realtà esemplare, un punto di riferimento per il trattamento dell’autismo nel Mezzogiorno”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.