Taste - Sapori Mediterranei

Ecco i numeri del dolore, 6mila salernitani sotto Cure Palliative

"Una volta presa la malattia moriamo di più rispetto ad altre regioni" ha dichiarato il direttore sanitario Antonio Lucchetti

Federica D'Ambro

Quest’anno nella provincia di Salerno sono in 6mila sotto Cure Palliative, mentre sono 621 i pazienti terminali. Questi sono alcuni dei dati emersi nella giornata di ieri, durante la presentazione del convegno previsto domani pomeriggio presso l’Hospice La Casa di Lara organizzato da Vincere il Dolore onlus e Noi per Te onlus.
Come si legge sul quotidiano Metropolis oggi in edicola, l’Asl di Salerno ha avviato da tempo una vera e propria rete aziendale per le Cure Palliative, dagli Hospice alle Cure Palliative domiciliari, passando per i Day Hospice e Day Hospital algologici, terminando con le dimissione protette tra l’azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona e l’Asl salernitana.

“Dobbiamo distinguere i casi e la mortalità – spiega il direttore Antonio Lucchetti – la provincia di Salerno ha un potenziale di incidenza complessiva ridotta rispetto alla maggior parte delle province, siamo in ottima posizione. L’aspetto negativo, per via di una serie di ragioni, è che una volta presa la malattia moriamo di più rispetto ad altre regioni. Probabilmente c’è qualcosa che non va sulla diagnosi precoce, c’è qualcosa che non va sull’appropriatezza delle prestazioni. Sulla diagnosi precoce siamo impegnati per quanto riguarda gli screening oncologici”.
Sono 1.739 i pazienti con cure domiciliari di terzo livello in provincia, dato più alto nel distretto Angri-Scafati con 306 pazienti. Mentre, per quanto riguarda le Cure Palliative terminali sono 621 i pazienti nel Salernitano, di cui 159 nel distretto di Salerno e 110 nel distretto di Cava e Costiera Amalfitana.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.