Hiroshima fonte di ipocrisia

Rubrica Paperboy aSalerno.it - Articolo di Luca Boffa

1064

 

La rubrica “Paperboy aSalerno.it”, nata dalla collaborazione tra la nostra testata giornalistica e la redazione salernitana di Paperboy, un progetto editoriale e un laboratorio giornalistico realizzato dalla cooperativa sociale “Il Villaggio di Esteban” e dall’Associazione Culturale “Giovamente”.

Sono passati 70 anni dal bombardamento atomico di Hiroshima e quell’evento lo considero un atto eroico perchè ha impedito la sanguinosa invasione americana del Giappone, il mondo dei cosiddetti pacifisti lo strumentalizza per dire che le forze militari americane sono sanguinarie e e quindi dedite ad atti criminali divario genere ma io i piloti di Hiroshima ovvero i piloti americani che hanno sganciato la bomba li considero degli eroi perchè hanno impedito la morte di tanti giovani americani nell’eventuale invasione americana del suolo giapponese, l’evento in questione è fonte di ipocrisia perchè il Giappone a quei tempi era un sanguinario alleato della Germania Nazista nell’ottica dell’alleanza detta Asse, ricordiamoci che come i nazisti in Europa anche i giapponesi facevano esperimenti su prigionieri appositamente torturati a questo scopo per non parlare dei notevoli massacri fatti dai giapponesi in territorio cinese, cari pacifisti vale ancora la pena di considerare i giapponesi degli agnellini innocenti nell’ambito della seconda guerra mondiale per il fatto che a Hiroshima ci sono stati tanti morti tra i cittadini giapponesi?

Articolo di Luca Boffa

10981518_858914347528604_1324684626839676571_n

 

 

Commenti

I commenti sono disabilitati.