Taste - Sapori mediterranei

Tommasetti, con la Lega guarda l’Europa

Figlio di comunisti e liberale, il rettore dell'Università degli Studi di Salerno e la sfida politica.

Federica D'Ambro

Universita03

SALERNO. “Non mi ritengo leghista ma liberale. Nessuno mi ha pregato di correre a Bruxelles, ci sono perché penso di poter esser utile. E per mia ambizione”. Queste le parole di Aurelio Tommasetti, Rettore dell’Università di Salerno, a “La Repubblica”, in merito alla sua candidatura con la Lega per le prossime elezioni europee.

In questi anni lo abbiamo conosciuto come il Rettore dell’avanguardia e della ricerca, grazie alla crescita esponenziale che il campus di Fisciano è riuscito ad ottenere. In vista della scadenza del suo mandato, Tommasetti ha deciso di affrontare una nuova sfida, quella politica. Ed ha deciso di farlo con la Lega, di Matteo Salvini, schierandosi contro il suo predecessore, Raimondo Pasquino capolista nella circoscrizione Sud per +Europa.

All’età di 22 anni esce dall’università di Napoli, Federico II, con una laurea in Economia e Commercio. Subito dopo continua la sua carriera all’interno degli ambiti universitari. Prima, in qualità di ricercatore all’Università di Salerno, dopo come professore ordinario. Dal 2013 Aurelio Tommasetti è il Rettore dell’università degli studi di Salerno. In sei anni di mandato l’università salernitana è cresciuta, sfidando le migliori università nazionali e internazionali, soprattutto, per quanto riguarda la ricerca e la competitività. Il mandato da Rettore scadrà ad ottobre di quest’anno ma già a giugno si terranno le prime consultazioni per eleggere il successore. Periodo che coincide con le elezioni europee del 2019 che si terranno tra il 23 e il 26 maggio.

5DD381D1-C531-4652-A097-082E04ADD72A

 

La fine di un mandato e la sfida politica. Aurelio Tommasetti, figlio di comunisti e liberale, non ha mai nascosto una propensione verso il mondo politico. In passato è stato molto vicino alla candidatura alle Regionali con Forza Italia. Candidatura che non andò a buon fine. Da oggi inizierà una nuova campagna politica al fianco della Lega di Matteo Salvini, puntando all’Europa e ai giovani, senza mai perdere di vista il Mezzogiorno.

“È l’unico partito che oggi consente piena agibilità politica e di fare le cose con serietà. Non ho mai riscontrato un livello così alto di attenzione istituzionale come con il leader e vice premier Salvini”. Queste le parole del rettore al Corriere della Sera. Una scelta politica che va oltre i pregiudizi.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.