Taste - Sapori mediterranei

Schiacciato da una botte in una stalla, muore piccolo di 3 anni a Montesano sulla Marcellana

Disperata corsa in ospedale a Polla, 30 chilometri del papà con il fiato sospeso per raggiungere il pronto soccorso

ospedale polla

Non ce l’ha fatta il piccolo Luigi, il bimbo di 3 anni di Montesano sulla Marcellana che ieri era con il suo papà quando è stato travolto e schiacciato da una botte in una stalla. Una comunità intesa distretta dal dolore e questa tragedia avvenuto in una frazione ai confini tra Scalo di Montesano e Casalbuono, l’intero Vallo di Diano appresa la notizia si è chiuso nel lutto, così come le amministrazioni comunali, in primi quella di Montesano con il sindaco Giuseppe Rinaldi.

La tragedia

E’ avvenuto tutto nella giornata di ieri quando il piccolo si trovava insieme al padre, come detto in una stalla distaccata e distante dall’abitazione di famiglia. Il bimbo faceva compagnia al papà mentre quest’ultimo riempiva le botti di legno d’acqua, ogni botte piena ovviamente raggiungeva un peso considerevole, per quanto è stato ricostruito in queste ore una di queste botti si sarebbe rotta oppure semplicemente sbilanciata, crollando sul piccolo e travolgendolo mentre era vicino al genitore. Tutto una questione di secondi, l’urto è stato intenso, il padre con un gesto disperato ha provato ad alzare la botte, poi la chiamata di soccorso.

La corsa all’ospedale di Polla

Il papà prende il piccolo Luigi e corre in auto, l’ospedale più vicino è quello di Polla ed è una corsa senza fiato verso il pronto soccorso, all’ospedale come rivela Il Mattino, oggi in edicola, sarebbe arrivato intorno alle 22:00, l’incidente nella stalla era avvenuto pochi minuti prima. Il piccolo Luigi però non ce l’ha fatta, arrivato in ospedale viene trasferito in rianimazione, anche la mamma raggiunge subito l’ospedale, la notizia dopo pochi minuti, ferite troppo gravi procurate dalla botte, il cuoricino ha smesso di battere.

 

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.