Taste - Sapori Mediterranei

“L’abbiamo violentata perchè è una ragazza di facili costumi”

La "giustificazione" di alcuni dei ragazzi al giudice durante la convalida dell'arresto

Federica D'Ambro

“L’abbiamo violentata perché è una ragazza di facili costumi” Questa è stata la “giustificazione” dei cinque minori che hanno abusato, uno alla volta, delle 16enne di Sarno, in un garage di San Valentino Torio. Una giustificazione che i cinque ragazzi del branco hanno dato al giudice durante la convalida dell’arresto. Il giudice non ci sta e non accetta nessun tipo di giustificazione, i cinque del branco sono destinati al carcere minorile di Nisida.
Ieri mattina, il giudice Maria Rosaria Minutolo del tribunale per i minorenni di Salerno ha convalidato l’arresto e ha emesso un’ordinanza cautelare durissima nei confronti dei minori. Questo perchè, secondo il giudice, potrebbero commettere in futuro altri atti simili, ma ancor più c’è la possibilità che possano inquinare le prove e tentare di contattare la giovanissima vittima per indurla a ritrattare, anche se solo parzialmente, le sue dichiarazioni. Molti di loro, infatti, hanno provato a raccontare che quei rapporti erano consensuali. Come rivelato dal quotidiano La Città.
Di fatto, a conferma delle parole della ragazza, ci sono i filmati registrati dalle telecamere di sorveglianza presenti in quel garage. Come testimoniato in tribunale, quel filmato parla chiaro. La 16enne è stata presa per un braccio e trascinata giù: “Ti dobbiamo parlare” le hanno detto i primi due del branco.
Poi, questi hanno lasciato il posto agi altri tre. E infine si sono incontrati tutti nei pressi della Villa di San Valentino Torio.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.