Assistenza computer salerno e provincia

Gli scoppia un petardo in faccia, 13enne perde un occhio e tre dita: ricoverato al Ruggi

Il ragazzino soccorso da una ambulanza del 118, probabilmente nel pomeriggio sarà trasferito a Napoli

E’ accaduto tutto due ore fa, ad Eboli, in via San Bernardino dove un 13enne, non è riuscito ad allontanarsi da un petardo prima dell’esplosione. Il ragazzino è stato colpito dai frammenti al volto e alle mani, tra i primi a soccorrerlo la madre tra gli amici scioccati per quanto accaduto. Le urla di dolore del giovane hanno attirato l’attenzione di tutti, sul posto è intervenuta una ambulanza del 118 che lo ha portato al Ruggi di Salerno, purtroppo il 13enne ha perso tre dita della mano sinistra e i medici in queste ore stanno provando a limitare i danni all’occhio sinistro ma il ragazzino rischia seriamente di perderlo. Probabilmente nel pomeriggio potrebbe essere trasferito a Napoli. Il botto esploso era illegale e non si sa come i ragazzini ne siano entrati in possesso.

AGGIORNAMENTO – Il giovane attualmente è in prognosi riservata. Dopo i primi accertamenti pare che a far esplodere il petardo siano stati in due, il ragazzino ferito e un altro coetaneo, entrambi coinvolti nell’esplosione. Anche l’altro giovanissimo è stato portato al Ruggi ma con ferite giudicate guaribili in pochi giorni. Pare che i due abbiamo modificato da soli il petardo, un botto che era di libera vendita prima di diventare un vero e proprio ordigno di maggiore potenza.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.