Taste - Sapori Mediterranei

Crescent, i legali di Italia Nostra chiedono la demolizione

Nella diffida è chiaro che in caso in cui le opere siano realizzate con titoli edilizi illegittimi ed illeciti, l’ordinanza di demolizione è un atto dovuto

Federica D'Ambro

Due giorni fa il Tribunale del Riesame ha riconfermato il sequestro del Crescent, oggi i legali del comitato No Crescent e di Italia Nostra hanno inviato un atto di diffida al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e al dirigente del servizio trasformazioni edilizie del Comune di Salerno, Maddalena Cantisani, chiedendo l’abbattimento del mega complesso edilizio a forma di mezzaluna. A darne notizia il quotidiano La Città questa mattina. Nella diffida è chiaro che in caso in cui le opere siano realizzate con titoli edilizi illegittimi ed illeciti,  l’ordinanza di demolizione è un atto dovuto e quindi a firmare l’ordinanza dovranno essere o il dirigente Cantisani o De Luca.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.