Taste - Sapori Mediterranei

Muore militare salernitano, ad ucciderlo l’ipotesi uranio impoverito

Rientrato quattro anni fa dall’ultimo teatro operativo con tosse e febbre

Francesco Pecoraro

Potrebbe essere la 322 vittima dell’uranio impoverito. Lo riferisce Domenico Leggiero, dell’Osservatorio militare, un’associazione che si occupa di questa problematica – Un uomo di 41 anni della provincia di Salerno: “rientrato quattro anni fa dall’ultimo teatro operativo con tosse e febbre, è morto ieri per un tumore ai polmoni. Domani ci saranno i funerali”.

“Ad oggi – afferma Leggiero – non abbiamo potuto verificare se il cancro e’ legato all’uranio impoverito, ma le condizioni ed i precedenti lasciano supporre che cosi potrebbe essere.
Oltre 35 sentenze di condanna (tutte quelle giunte a sentenza con l’avvocato dell’Osservatorio, Angelo Fiore Tartaglia) ancora non sono servite a fermare il massacro istituzionale. Si contano i morti e s’ignora (forse volutamente) che in Italia la magistratura si è espressa più volte. Perché – conclude Leggiero – si tace sulle condanne?”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.