Taste - Sapori Mediterranei

“Lavoratori dello sport? Lavoratori invisibili”

"La crisi pandemica anche a Salerno ha generato una vera e propria emersione di una zona grigia fatta di diritti negati e di lavoratori invisibili"

“Il 28 Febbraio scadrà la legge delega per l’approvazione di una riforma dello sport e del lavoro sportivo”. Ha dichiarato il Segretario Generale Nidil CGIL Salerno Anna Carla Faggiano. “La crisi pandemica anche a Salerno ha generato una vera e propria emersione di una zona grigia fatta di diritti negati e di lavoratori invisibili per i quali Nidil CGIL ha rivendicato un’identità e le indennità per fronteggiare l’emergenza”.

Gli invisibili

Allo stato attuale però i lavoratori dello sport non hanno alcuna fonte di reddito né la possibilità di accedere agli ammortizzatori sociali. Ci associamo all’ appello della Segreteria Nazionale affinchè non si interrompa l’iter legislativo ed auspichiamo che, presto, oltre ad un Ministero dedicato, si traguardi una riforma strutturale del settore che possa garantire a questi lavoratori un riconoscimento giuridico e professionale, diritti e tutele. Perché lo sport, per molti, è un lavoro, ed i lavoratori meritano dignità e rispetto.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.