Assistenza computer salerno e provincia

Giovane salernitano fermato con crack e mannite: la nuova “miscela” killer con la cocaina

Bloccati dai finanzieri due giovani

La Guardia di Finanza di Salerno, nel comune di Scafati, in distinte operazioni di servizio ha colto in flagranza due soggetti in possesso di sostanze stupefacenti, confezionate e già pronte per essere immesse nelle piazze di spaccio. Nel primo caso, durante un controllo su strada di un’autovettura, un giovane scafatese occultava all’interno di un borsello 7 dosi di marijuana. In un’altra operazione le Fiamme Gialle, nel corso di una perquisizione domiciliare nei confronti di un soggetto già noto alle Forze dell’Ordine, sono state rivenute 11 dosi di “crack”, una di marijuana e sostanza da taglio tipo mannite. I 2 responsabili sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore. L’attività di servizio svolta conferma la presenza delle Fiamme Gialle sul territorio a contrasto di un fenomeno connotato da grave pericolosità sociale.

 

Ma che cos’è la mannite? E’ una sostanza lassativa, usata sia dagli adulti ma soprattutto per i bambini, negli ultimi anni viene utilizzata dai pusher anche per tagliare la cocaina. Tutto per aumentare il volume e i profitti di vendita, la mannite viene mischiata alla coca, il tutto a costi ovviamente bassi, la sostanza viene riscaldata in padella e poi triturata per assomigliare di più alla droga. Altre tipo di sostanze vengono affiliate a questa procedura, la cocaina infatti viene tagliata anche con lattosio, glucosio, caffeina e talco, molto spesso i consumatori abituali non si accorgono ad occhio della “correzione”, ovviamente la miscela rende tutto ancor più pericoloso per l’organismo.

 

 

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.