Taste - Sapori mediterranei

Cilento, continuano i disagi causati dalla carenza idrica

Molti i comuni costretti a ridurre l'erogazione dell'acqua

admin

Cilento, continuano i disagi causati dalla carenza idrica: i cittadini, infatti, dovranno far fronte ad una drastica riduzione dell’erogazione dell’acqua, in seguito alle misure di prevenzione adottate dalla Consac, per garantire il minimo deflusso vitale al torrente Faraone di Rofrano, in conformità alla concessione rilasciata dalla Regione Campania e a causa della persistente siccità delle zone limitrofe. A correre ai ripari dovranno essere i comuni di Torre Orsaia, Celle di Bulgheria, Roccagloriosa, Camerota Capoluogo, San Giovanni a Piro, Pisciotta Marina, Pisciotta Capoluogo e Ascea Marina: infatti nei centri abitati elencati l’acqua mancherà dalle ore 22.00 alle ore 08.00 del giorno seguente. Lo stesso disagio interessa anche il comune di Trentinara, dove il sindaco Rosario Carione ha redatto un avviso pubblico in merito agli orari di distribuzione dell’acqua, facendo leva sul buon senso dei cittadini affinché usino le risorse idriche in maniera razionale ed oculata. Secondo l’avviso del Comune, dunque, a partire dal 4 settembre scorso e fino a nuovo ordine, l’erogazione dell’acqua avverrà in orari prefissati: dalle ore 07.00 alle ore 20.00 il lunedì, mercoledì, giovedì, sabato, e domenica; mentre martedì e venerdì l’acqua sarà a disposizione dei cittadini dalle ore 07.00 alle ore 16.00. L’erogazione nell’acquedotto rurale, al contrario, avverrà il mercoledì e il sabato in orario mattutino.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.