Elezioni Mimmo De Maio

Ritorno a scuola, il sindaco: “Due anni terribili, speriamo di averli lasciati alle spalle” – FOTO

Il primo cittadino all'istituto Barra: "Ho visto bambini emozionati, felici, con gli occhi lucidi. Dobbiamo proseguire con le vaccinazioni".

Si torna in classe e a Salerno il primo cittadino Enzo Napoli ha voluto fare gli auguri ai tanti studenti salernitani che “recuperano” il possesso dei banchi e ritrovano la scuola tra compagni e professori. Il sindaco di Salerno si è recato anche presso l’Istituto Comprensivo Barra per una visita augurale ad alunni, docenti e personale scolastico.

“In questo primo giorno di scuola faccio il mio più affettuoso augurio ai dirigenti scolastici, ai docenti, al personale, ma soprattutto agli alunni che finalmente rivedono una scuola così come dovrebbe essere e come sarà – ha dichiarato Enzo Napoli – Questa mattina ho fatto una visita simbolica all’Istituto Barra, ma è come se fossi stato in tutte le scuole della citta. Ho visto bambini emozionati, felici, con gli occhi lucidi; e questo riempie il cuore di gioia. Sono stati due anni terribili che speriamo di esserci definitivamente lasciati alle spalle. Ma, proprio perchè ciò accada, è necessario vaccinarsi e rispettare le norme di contenimento del contagio. Parte oggi una bella avventura: sono certo che andrà nel migliore dei modi”.

“Le tre civette sul comó si sono ricordate che esiste Salerno”. Così Eva Avossa, l’assessore alla Pubblica Istruzione Comune di Salerno che si è espressa anche sul rientro in classe in città. “Mentre noi lavoriamo per il bene della nostra Collettività, c’è chi ancora parla senza conoscere le cose, mistificando la realtà. Il bilancio del Comune di Salerno è in ordine e consentirà alla città di portare avanti i tanti progetti in cantiere ed assicurare servizi di eccellenza ai cittadini nei prossimi anni. Questo lo dobbiamo al lavoro attento dell’amministrazione ed anche al lavoro parlamentare dell’On. Piero De Luca, che è riuscito a far arrivare a Salerno poche settimane fa quasi 36 milioni di euro. Salerno è quarta città d’Italia per trasferimenti nazionali di queste risorse. Mentre qui c’è un’Amministrazione e una filiera istituzionale che produce atti e fatti per il benessere del nostro territorio, altrove ci sono i leoni da tastiera che amano raccontare storie inesatte, auspicando il male della nostra comunità”.


 

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.