No Signal Service

Il “Volcei Wine Jazz” a Buccino l’11, 12 e 13 Agosto

Il Festival che abbina momenti di simposio alla musica Jazz si terrà nel Chiostro degli Eremitani, sede del Museo Archeologico Nazionale di Volcei

Il 7 agosto, nella sede nella sede dell’Ente Provinciale del Turismo di Salerno, si è tenuta la conferenza di presentazione del calendario congiunto degli eventi estivi nei comuni che fanno parte della “Destinazione Sele Tanagro Vallo di Diano”, iniziativa promossa da Rete Destinazione Sud e dal Presidente Michelangelo Lurgi.
Alla conferenza hanno partecipato anche Nicola Parisi, sindaco di Buccino, Marcello Nardiello, presidente della Pro Loco Buccino Volcei, e Giuseppe Milano, presidente dell’associazione “Agorà di Volcei” che, con i loro interventi, hanno illustrato i due eventi principali che si terranno a Buccino ad agosto: il “Volcei Wine Jazz” e le “Historiae Volceianae”.

L’11, 12 e 13 agosto si terrà, nel Chiostro degli Eremitani, sede del Museo Archeologico Nazionale di Volcei, il Vocei Wine Jazz, un’iniziativa che, come ha spiegato Marcello Nardiello, è nata 7 anni fa dalla volontà di richiamare la formula del “simposium” romano, che si espletava tra spettacoli, vino e musica. Durante le tre giornate, dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00, sarà possibile visitare il Museo Archeologico Nazionale di Volcei, che custodisce, al suo interno, molti beni che richiamano il rituale del vino in età antica: basti pensare all’iscrizione del II secolo di un PHYSIKOS OINODOTES, un medico che usava il vino come rimedio ai malanni, e la sala da banchetto con il suo originale pavimento a mosaico (IV secolo), il più antico dell’Italia Peninsulare. Bellezza, arte e cultura sono abbinate alla degustazione di ottimi vini (degustazione guidata della cantina Dievole e cantine Terredora il giorno 11, cantina Casula Vinaria il 12, cantina Tenuta Macellaro e Feudi di San Gregorio il 13, sempre a partire dalle ore 21:00) e alla musica di grandi artisti del panorama jazzistico: ad allietare la settima edizione del Volcei Wine Jazz saranno Jazz’o Quintet (11 agosto), Virginia Sorrentino jazz Quartet (12 agosto) e Stefano Giuliano jazz Trio (13 agosto). Durante le serate saranno esposte istallazioni artistiche e presentati gli elaborati “Realtà Aumentata” a cura dei ragazzi del Liceo Assteas di Buccino. La manifestazione sarà inaugurata dalla Nocerina Calcio, ospite in ritiro a Buccino. È stata invitata anche la tifoseria della squadra, allo scopo di divulgare la conoscenza di Buccino e di ciò che a Buccino viene fatto.
L’intento di dare spazio alla cultura, creando iniziative che promuovano il territorio esaltando peculiarità storiche e gastronomiche locali, anima anche le Historiae Volceianae, la rievocazione storica dei fasti dell’antica Volcei che si svolge dal 16 al 18 agosto nel centro storico di Buccino. L’iniziativa nasce nel 2008, quando si pensò di arricchire la rinomata “Sagra della Pasta” di casa nata nel 1978 con la valorizzazione di aspetti storici peculiari del luogo. Per tre giorni vivranno le due città, quella antica e quella attuale: all’esterno delle mura sarà creato il percorso odierno, con degustazioni gastronomiche e momenti ricreativi (grazie alla collaborazione con il Forum dei Giovani), mentre, una volta varcata la soglia del perimetro storico della cittadina, il visitatore verrà calato nella realtà del 1384-85, quando Papa Urbano VI e la sua corte furono ospitati dalla famiglia D’Alemagna nel castello di Buccino. È questa la novità dell’edizione 2017 delle Historiae: l’attenzione storica, dopo essersi soffermata, nelle edizioni precedenti, sul periodo romano, quest’anno sarà incentrata su una vicenda storica molto delicata che ha visto Buccino, in pieno Scisma d’Occidente, schierarsi in maniera aperta a favore del papa Urbano VI, inviso ai vescovi francesi. I dettagli della rievocazione sono stati illustrati da Giuseppe Milano: verrà messo inscena il momento in cui il papa, nel 1385, viene accolto al monastero di Buccino dal Priore domenicano dell’epoca, per essere poi trasferito al castello del Conte D’Alemagna (la famiglia nobiliare dell’epoca) che si era preso carico della difesa del papa per tutto il percorso da Nocera (dove Urbano VI era stato assediato per mesi) a Buccino e poi da Buccino a Paestum. Sbandieratori, artisti di strada, musiche medievali itineranti, gruppo circense ricreeranno l’atmosfera dell’epoca. Marcello Nardiello ha spiegato come questa edizione delle Historiae sarà articolata in varie sezioni: una sezione storia-archeologia (mattina e pomeriggio) con visite guidate al Parco Archeologico Urbano e al Museo; una sezione “Rivisitazione storica”, a cura dell’associazione Agorà; una sezione gastronomica e ricreativa (fuori dalle mura antiche); una sezione giovani, con la presentazione di due progetti: “Matematica e Archeologia” dell’Istituto Comprensivo di Buccino, finanziato dalla Pro Loco con i fondi del 5×1000 e premiato all’Università di Perugia e il progetto “Alternanza Scuola- Lavoro –Realtà aumentata” a cura dei ragazzi dell’Istituto Assteas di Buccino, che offriranno la possibilità di effettuare una visita virtuale al Museo e al Parco archeologico grazie all’utilizzo di nuove tecnologie.

De Angelis - Grafica e stampa

Commenti

I commenti sono disabilitati.