Pizzeria Betra Salerno

Vitale e Mantovani: “Che rabbia non aver completato la rimonta”

I due calciatori al termine del match tra amarezza e sospiri di sollievo

Si respira un clima di sentimenti misti nel tunnel degli spogliatoi al termine di Parma-Salernitana. Nella fila granata a presentarsi davanti ai microfoni sono Valerio Mantovani e Gigi Vitale. “Sono più arrabbiato per non aver completato la remuntada che soddisfatto per il pareggio raggiunto – spiega il duttile terzino stabiese – In nove contro undici potevamo gestire meglio il finale di gara. Così come non ci siamo ancora nell’approccio iniziale, la squadra è unita ma deve imparare ad aiutarsi meglio in campo e lavorare di più sull’aspetto mentale. Il ruolo? Non ho problemi, mi sacrifico dove il mister ritenga posso essere utile. Questa sera non era facile, in questo stadio, contro giocatori blasonati: la Salernitana ha dimostrato di esserci, di essere competitiva, di avere risorse importanti pronte a trasformare il match in corso dalla panchina. Nell’intervallo ci siamo caricati di responsabilità anche per non deludere la massa di tifosi che ci ha supportato fino al triplice fischio anche in questa lunga trasferta. Il goal annullato? A noi fischiano tutto, agli avversari sorvolano in più di qualche circostanza”. Più morbido il centrale scuola Torino alla prima da titolare: “Abbiamo avuto la forza di reagire nel momento più difficile dell’incontro e recuperare una partita ormai compromessa. L’ingresso di Sprocati e la doppia superiorità numerica i fattori determinati per poter portare a casa un punto importante. Certo, nel finale avremmo potuto fare di più ma per come si erano messe le cose possiamo ritenerci soddisfatti ma non sazi: abbiamo ancora molto da lavorare e migliorare. La condizione personale? Sto bene, sono restato a Salerno per giocarmi le mie carte e rispondere sempre presente alla chiamata del mister”.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.