Taste - Sapori mediterranei

Violenze al centro massaggi di Cava, gli artefici chiedono la libertà ai giudici

E' questa la proposta degli avvocati di Giuseppe Alfieri e Simone Criscuolo, arrestati la settimana scorsa per violenza sessuale su due ragazzini

Federica D'Ambro

Violenze al centro massaggi di Cava de’Tirreni, gli artefici chiedono la libertà ai giudici del Riesame. E’ questa la proposta degli avvocati di Giuseppe Alfieri e Simone Criscuolo, arrestati la settimana scorsa per violenza sessuale su due ragazzini. I loro legali hanno difatti presentato appello contro la decisione del gip Stefano Berni Canani di non concedere loro alcuno “sconto”. Come rivelato dal quotidiano Il Mattino. Proseguono le indagini dei carabinieri per identificare gli altri due uomini che erano presenti all’interno del centro quando si sono consumate le violenze.
I ragazzini, secondo la ricostruzione degli inquirenti, sarebbero stati adescati da Alfieri con la scusa di fare da modelli per una pubblicità al centro massaggi: in cambio, secondo gli accordi, sarebbero stati pagati 10 euro. Ma era soltanto una scusa per “convincerli” ad entrare nel centro e poi poter abusare di loro.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.