Taste - Sapori Mediterranei

Violenza al carcere di Fuorni, detenuto islamico si barrica in cella

Domenica è stata una giornata caratterizzata della violenza per il penitenziario di Fuorni, sia nel settore femminile che maschile, il Sappe ha chiesto l'invio dell'esercito all'interno della struttura

Federica D'Ambro

Sono tre fino ad ora gli episodi di violenza che si sono verificati presso il carcere penitenziario di Fuorni, il tutto in pochissime ore. Come rivela il quotidiano Il Mattino il Sappe, dopo l’ennesima giornata di tumulto, chiede l’invio dell’esercito anche in carcere. Tre episodi di violenza solo nella giornata di domenica.
Il primo episodio, intorno alle 15, nella prima sezione quando uno straniero, detenuto con incarico di lavorante, è stato aggredito selvaggiamente da altri detenuti. L’intervento della polizia, però, ha subito ristabilito la calma.
Nello stesso reparto, poco dopo, un detenuto islamico si è barricato all’interno della cella, mettendo le reti dei letti a protezione dell’ingresso e scagliando con gli agenti oggetti di diverso genere. Per fortuna, senza colpire nessuno. Gli agenti sono intervenuti per cercare di calmarlo, ma è andato avanti così per l’intera notte.
Violenze anche nel reparto femminile, sempre domenica, dove una detenuta ha aggredito due agenti e l’ispettore di sorveglianza generale con schiaffi e graffi. La donna aveva preso un estintore e lo ha svuotato in reparto creando caos tra le detenute.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.