Richiedi la tua pubblicità

Vertenza polizia municipale di Salerno

La denuncia della Csa provinciale

Alfonso Maria Tartarone

In seguito alle assemblee sindacali tenutesi il 13 febbraio scorso, presso la polizia municipale di Salerno, Angelo Rispoli, segretario provinciale del Csa Salerno, esprime la ferma volontà dei lavoratori di affrontare le problematiche che stanno minando il regolare svolgimento delle attività quotidiane del Corpo.
“I lavoratori della polizia municipale di Salerno hanno manifestato in modo unanime la necessità di affrontare le criticità che stanno impattando sul nostro servizio alla cittadinanza. La carenza di organico, la situazione delle divise e delle attrezzature, la mancata realizzazione della camera di sicurezza per i fermati, la violazione del contratto e la questione delle progressioni verticali in deroga sono tematiche che richiedono un intervento immediato”, ha detto. “Facciamo appello all’amministrazione comunale affinché ponga al centro delle proprie priorità la risoluzione di queste problematiche. Il personale è impegnato e determinato a difendere la polizia municipale ed a garantire un servizio di qualità alla comunità. Chiediamo un impegno concreto per affrontare la carenza di organico attraverso l’avvio immediato del concorso, risolvere la questione delle divise e delle attrezzature, e onorare gli impegni presi riguardo alla camera di sicurezza per i fermati”.
Secondo Rispoli, dunque, la violazione del contratto e le incertezze sulle progressioni verticali richiedono altrettanta attenzione. “Facciamo appello all’applicazione delle disposizioni contrattuali e alla definizione di regolamenti chiari e trasparenti. I lavoratori sono determinati a difendere la dignità della divisa e a garantire un servizio efficiente. Chiediamo un dialogo costruttivo per affrontare queste sfide e migliorare le condizioni di lavoro del personale della polizia municipale di Salerno”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.