Taste - Sapori Mediterranei

Verifica del Fvo, encomio per il personale del Servizio Veterinario Igiene salernitano

Un prestigioso traguardo per la medicina veterinaria salernitana

In una nota il dottor Paolo Sarnelli, Responsabile UOD Prevenzione e Sanità Pubblica Veterinaria della Regione Campania, ha elogiato il brillante operato dei medici veterinari salernitani Enrico Auletta, Alfredo Improta, Aniello Amato e Aniello Caputo. I dottori hanno superato la verifica da parte del nucleo ispettivo del FVO (Food Veterinary Office) della Commissione Europea, che era volta ad esaminare la conformità dei controlli ufficiali effettuati dall’autorità competente nel settore dei prodotti della pesca lungo l’intera filiera.

«È doveroso sottolineare l’apprezzamento per l’operato dei medici veterinari, i quali hanno dimostrato di effettuare i controlli nel settore della pesca con particolare dedizione, professionalità e competenza, contribuendo all’immagine di elevata efficienza dei controlli ufficiali effettuati in Italia». Lo scrive il Dott. Paolo Sarnelli, Responsabile UOD Prevenzione e Sanità Pubblica Veterinaria della Regione Campania, nell’encomio rivolto ai medici veterinari Enrico Auletta, Alfredo Improta, Aniello Amato e Aniello Caputo, protagonisti della verifica effettuata in Campania dal 21 novembre al 1° dicembre 2016 dal nucleo ispettivo del FVO (Food Veterinary Office) della Commissione Europea. Un’operazione volta ad esaminare la conformità dei controlli ufficiali effettuati dall’autorità competente nel settore dei prodotti della pesca lungo l’intera filiera.

Nello specifico, la missione dell’equipe del FVO si è svolta presso l’ASL Salerno con verifiche presso la sede del Servizio Veterinario Igiene della Produzione e Commercializzazione degli alimenti di origine animale e sul territorio nelle varie fasi della filiera produttiva, dal punto di sbarco al mercato ittico di Salerno fino a stabilimenti di trasformazione e commercializzazione del pescato.

In passato il territorio italiano era già stato sotto la lente d’ingrandimento del FVO. Nel 2010, infatti, si tennero dei controlli presso altre regioni, con risultati che evidenziarono molteplici gravi criticità, per cui l’eventuale insuccesso di questa nuova verifica avrebbe potuto anche comportare restrizioni sulla commercializzazione del prodotto nazionale.

Tornati a Roma per relazionare presso la sede del Ministero della Salute sull’esito degli accertamenti, gli ispettori comunitari hanno comunicato di aver accertato in Campania la conformità alla normativa comunitaria dei controlli ufficiali sui prodotti della pesca, apprezzando la competenza e la professionalità dei veterinari coinvolti.

«Un gran bel risultato per la nostra professione, e non solo – afferma il Prof. Orlando Paciello, Presidente dell’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Salerno – Per diverse settimane il territorio salernitano è stato attenzionato dagli ispettori del FVO e l’egregio lavoro dei colleghi Auletta, Improta, Amato e Caputo ha contribuito all’ottima riuscita dell’operazione. A loro vanno i più sentiti complimenti da parte di tutti i colleghi dell’Ordine».

Un prestigioso traguardo, questo, per la medicina veterinaria salernitana, che si aggiunge alla brillante operazione portata a temine nei giorni scorsi dal Servizio Veterinario dell’ASL Salerno U.O.V. di Agropoli (Sa), che aveva recuperato sulla spiaggia della Baia di Trentova di Agropoli un raro esemplare di cetaceo, poi rivelatosi un Cogia di Owen.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.