Pizzeria Betra Salerno

Ventura:”La Cremonese è un test che mi incuriosisce molto, aspetto delle conferme”

Il mister granata:" Sono affezionato a questi ragazzi. Cerci non convocato per recuperare ma giovedì proverà a giocare novanta minuti in amichevole"

Carmine Raiola

La Salernitana si prepara ad affrontare la Cremonese in un match importante per entrambe le compagini. A ventiquattro ore dalla partita dello Zini, il trainer granata Gian Piero Ventura ha incontrato la stampa per la conferenza stampa di rito. Il mister ligure si è espresso su vari argomenti. Primi tra tutti il match e l’avversario di domenica pomeriggio:”In base all’atteggiamento della squadra avversaria si cambiano formazione e comportamento quindi cambierà qualcosa. La Cremonese pur avendo giocato lunedì ha recuperato le energie quindi credo che il vantaggio sia nullo sotto questo aspetto. E’stata una settimana difficile nel trovare i campi e non perchè erano pesanti, siamo stato fortunati nel trovare gli orari giusti per allenarci, penso che di questi tempi tute le squadre abbiano questi problemi. Per principio vorrei sempre il campo perfetto come l’Arechi alla prima giornata, quello di Cremona è uno dei migliori. Quando andiamo su un campo pesante e c’è il pantano chi gioca in punta di piedi ha difficoltà. Prima dell’Entella ho detto che era una verifica su una risposta, quella di domani è una verifica su una conferma. Se torniamo ad essere quelli di Pisa c’è ancora un lavoro enorme da fare, se siamo quelli di contro l’Entella è sufficiente per sperare qualcosa mentre se siamo meglio di quelli di sabato significa fare un’ulteriore passo in avanti contro una squadra costruita per vincere. Quello contro la Cremonese è un test che non mi spaventa ma mi incuriosisce molto, aspetto il verdetto del campo. L’approccio alle partite tranne a Pisa non è mai stato negativo, se la squadra ha bisogno di motivazioni significa che abbiamo buttato del tempo. Questo gruppo ha degli obiettivi e la necessità di capire quale sia la strada per arrivare ai suoi quest’ultimi, deve arrivare un momento in cui devo calmare le loro motivazioni e non darle. Spero che l’approccio sia migliore rispetto a quello di sabato contro l’Entella”. Il trainer ligure si è soffermato poi sui singoli:”Sono affezionato a questi ragazzi. Cerci non è stato convocato per recuperare e giovedì nel corso di un’amichevole proveremo a farlo giocare tutta la partita. Jallow deve lavorare per crescere e diventare un giocatore importante, sta scoprendo alcune cose di cui non era a conoscenza e sta cercando di capire cosa serve a lui ed al resto della squadra. Lamin è tra quelli che hanno grandi margini di miglioramento e rispetto all’inizio si approccia al lavoro in maniera diversa. I calciatori recuperati non possono fare 90′, Cicerelli ad esempio viene ma non può giocare tutta la partita. Di infortunati abbiamo solo Herteaux e Mantovani, quest’ultimo lungo degente. Maistro è un ragazzo che arriva dalla Serie C ed ha dimostrato ottimo impegno, alla prima convocazione significa ( in buona fede) trovare persone che ti invitano fuori a cena, avere diversi riflettori di te e qui inizia il primo bivio di un calciatore che deve scegliere tra il lavorare per migliorare o rimanere un qualunquista. Ad un giocatore bisogna far capire la strada da seguire poi sta a loro decidere, alcuni hanno buttato carriere perchè vissuti nel qualunquismo. Per Dzidzeck abbiamo temuto un infortunio molto più grave di quanto è, rientra nella casistica delle cose starne che ci stanno succedendo perchè in un riscaldamento può esserci una contusione ma non uno stop di 4 mesi. Akpa è una piacevolissima sorpresa sia come atleta che come uomo ed è un un calciatore importante che se non avesse avuto i suoi infortuni probabilmente non sarebbe qui. Jaroszynski faceva l’esterno ma io ho sempre pensato potesse fare anche il centrale, è un giocatore che deve acquisire la serenità nel momento di proporre calcio ed ha anche lui ampi margini di miglioramento. Erano giocatori persi che abbiamo preso per i capelli ed abbiamo dato loro la possibilità di rientrare in gioco.”

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.