Ventura:”Con il Chievo un importante banco di prova”

"Adesso c'è la volontà di poter tornare ad essere protagonisti nel calcio che conta"

Francesco Saggese

Questa mattina presso lo stadio Arechi di Salerno, si è svolta la conferenza stampa pre Salernitana-Chievo Verona, dove mister Ventura, ha dichiarato:

“Siamo in grado di fare dei passi avanti, è una partita non facile da affrontare perché ha anche dei buoni giocatori è un bel banco di prova, una buona tappa da affrontare,e stiamo lavorando, confermo quello che ho detto il primo giorno, grandissima voglia di lavorare e crescere”.

“La vera Salernitana che più mi ha divertito è stata quella di Pescara, mentre a fine partita con il Trapani, ho detto ai ragazzi che era un contesto non facile da affrontare, e difronte alle difficoltà abbiamo dato un messaggio forte che è un gruppo compatto, capace anche di vincere”.

“La serie B, ha squadre che corrono, dove l’obiettivo predominante è appunto la corsa, ma basta pensare la Salernitana di quattro mesi fa, dove c’era un modo di gioco diverso, un modo di pensare diverso”.

“Resto sempre dell’idea, che la vittoria è sempre una conseguenza di quello che fai, in campionato conta cercare sempre presupposti e la continuità, dove non hai la voglia di risultato, ma di caparbietà, ovviamente è sempre meglio vincere che perdere, anche se le partite di Pescara e Cosenza mi sono piaciute molto, mi ha infastidito la molto la partita di Benevento, non per il risultato ma per quello che non è stato fatto, e sono convito che il risultato poteva anche essere diverso”.

“Il Chievo era già penalizzato, al di là quello che è stato, ma è una parentesi corta che è nata e morta in 20 giorni, ho buonissimo rapporto con i dirigenti, ma di fondo è una storia che non è mai maturata del tutto”.

“Io mi aspetto molto da Cerci, ho rivisto un calciatore che si è messo in discussione, e ha dovuto fare molto fatica per prendere la condizione, e lui come altri, sono calciatori, che non hanno bisogno di qualche presenza in più, ma di dare quello che possono”.

“Adesso c’è la volontà di poter tornare ad essere protagonisti”

“Riguardo la squalifica, non è assolutamente vero quello che l’arbitro ha dichiarato, ho solo cercato di fermare il mio calciatore, ma ci sono rimasto male per quello che è stato dichiarato”

Commenti

I commenti sono disabilitati.